“Biancaneve, la vera storia”. In scena a Manfredonia lo spettacolo pluripremiato del Teatro CREST

Ha vinto l’Eolo Award 2018 e l’edizione 2017 del Premio Padova – Amici di Emanuele Luzzati.

Continua “Favolosamente Vera”, la rassegna teatrale della Bottega degli Apocrifi dedicata alle nuove generazioni.

Domenica 9 dicembre ore 18.00 – Teatro comunale “L. Dalla”, Manfredonia.

 «Specchio, specchio delle mie brame: chi è la più bella del reame?». Chi non conosce a memoria la trama di Biancaneve, o almeno così crede?

Eh sì, perché le fiabe sono eterne e di tutti, ma nascono in luoghi precisi come racconta “Biancaneve, la vera storia”, lo spettacolo con la regia di Michelangelo Campanale che domenica 9 dicembre alle ore 18.00 andrà in scena al teatro comunale “L. Dalla” di Manfredonia.

Il terzo appuntamento di “Favolosamente Vera” – la rassegna teatrale di Bottega degli Apocrifi sostenuta dall’Azienda SILAC e dedicata alle nuove generazioni – ci porta in Germania, tra montagne innevate e miniere profonde proprie di quella terra, allontanandoci dall’immaginario americano di Walt Disney.

Nello spettacolo l’ultimo dei sette nani diventa testimone dell’arrivo di una bambina coraggiosa, che preferisce la protezione del bosco sconosciuto allo sguardo, conosciuto ma cupo, di sua madre. Una madre che diventa matrigna, perché bruciata dall’invidia per la bellezza di una figlia che la vita chiama naturalmente a fiorire.

Nel bosco Biancaneve aspetta come le pietre preziose che, pazienti, restano nel fondo delle miniere, fino a quando un giorno saranno portate alla luce e potranno risplendere di luce propria ai raggi del sole.

«Tutti i bambini conoscono già questa fiaba, il nostro spettacolo li vuole portare per mano “dietro le quinte” della storia, lì dove prendono forma e vita i personaggi, i loro sentimenti e le loro azioni, talvolta buoni e talvolta cattivi, quasi mai sempre buoni o sempre cattivi. Proprio come uno spettacolo: un po’ comico, un po’ emozionante; o come la vita che impariamo ad affrontare: un po’ dolce, un po’ irritante, un po’ divertente, un po’ inquietante, un po’», affermano dal Teatro Crest.

In scena Catia Caramia, Antonella Ruggiero e Luigi Tagliente

Lo spettacolo ha vinto due riconoscimenti importantissimi: l’Eolo Award 2018 e l’edizione 2017 del Premio Padova – Amici di Emanuele Luzzati (XXXVI Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi).

Entrambe le motivazioni dei premi sono profonde ed invitano a scoprire questo spettacolo.

«Per il coraggio di aver ripreso il tema forte della “vera storia”, in modo emotivamente toccante, analizzando con complessità e ricchezza psicologica l’idea oggi quanto mai attuale della bellezza che non accetta rivali, che si insinua e lentamente corrode, dando sfogo all’invidia, a una competizione distruttiva, all’odio e al desiderio di annientamento.

Per la recitazione impeccabile e la forte presenza scenica dei tre protagonisti, per i costumi di grande impatto e suggestione, per le scenografie fatte di veli che nascondono, rivelano e imbastiscono, con incantevole effetto scenico, la verità, dando luogo ad una rappresentazione simbolica del significato dello spettacolo, giocato sulla dicotomia tra favola e realtà, ingenuità dell’infanzia e crudeltà del mondo adulto.
Per la scelta musicale giocata tra brani contemporanei e recupero filologico di musiche dell’epoca, che ricrea e fa rivivere, alla sensibilità dello spettatore moderno, le suggestioni della Germania dei Grimm, per l’impareggiabile regia, creativa, immaginifica, emozionante», è la motivazione della giuria tecnica del Premio Padova 2017 – Amici di Emanuele Luzzati.

«Perché mettendo al centro il tema della bellezza, vista non solo nel suo aspetto esteriore, ma piuttosto nella profondità dell’essere umano, lo spettacolo pone magnificamente in risalto “le trame speciali” di cui ancor oggi la celebre fiaba si nutre, esaltandole in una cornice di assoluta bellezza, realizzata attraverso tutti gli aspetti tecnici e scenografici in cui il teatro si manifesta, luci, musiche, scene, costumi creati con assoluta perizia da Michelangelo Campanale. L’Eolo Award intende anche premiare tutta l’attività della compagnia pugliese, guidata con pervicacia da Clara Cottino, che opera in un luogo di Taranto così difficile da abitare, non solo con il teatro, come il quartiere Tamburi», recita la motivazione dell’Eolo Award.

 Favolosamente vera” è inserita all’interno del progetto Teatri del Gargano, sostenuto dalla Regione Pugliatramite L’Avviso a presentare iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche – FSC Fondo di Sviluppo e coesione 2014/2020 – Patto per la Puglia.

(Spettacolo per bambini dai 5 anni in su. Durata: 55 minuti).

Biglietto unico € 5,00.

Info e prenotazioni: Bottega degli Apocrifi, Teatro Comunale “Lucio Dalla” (via della Croce), Manfredonia

tel. 0884.532829 – cell. 335.244843.

 

Qui il video di “Biancaneve, la vera storia”https://bit.ly/2He319C

#FavolosamenteVera #BottegadegliApocrifi #Biancaneve

https://www.bottegadegliapocrifi.it/




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*