Storia

Santa Pelagia: ecco le prove dell’esistenza dell’antica città scomparsa tra Manfredonia e Zapponeta

Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele

C’è chi affida i propri sogni alla luna e chi, come me, alla penna. E a volte, incredibilmente, accade che un racconto prenda forma divenendo realtà. Da alcuni anni ripropongo un pezzo che riguarda l’antica città di Santa Pelagia che sarebbe sprofondata sul fondale del golfo di Manfredonia, fra Zapponeta e Torre Rivoli, forse a causa di uno tsunami (https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=pfbid0i7NXqRTHsWBYxbJKfX74FJZgYGRjbsnZY22CKXYUTZmZnVTbBftnVfh4Rm61WS2Ql&id=100002451425323&sfnsn=scwspwa).

Molti, me compresa, sono affascinati da questa storia. Alcuni si chiedono se non si tratti soltanto di una leggenda ed ogni volta che pubblico questo articolo la fantasia si accende. Poi, però, la realtà sembra relegare la possibilità di ulteriori approfondimenti in un cassetto. L’altro giorno, invece, mi sono giunti in privato i messaggi e le foto di una rivelazione che ha dell’incredibile: proprio nei terreni antistanti il punto in cui dovrebbe trovarsi la città sommersa, nei pressi di Posta Zezza, sono stati recentemente trovati capitelli, anfore e tombe.

In realtà, in un articolo del quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno del 1937 si parla già del rinvenimento in quell’area, ovvero in contrada Rivoli, di un sarcofago risalente al Medioevo.

Spesso avevo sollecitato approfondimenti subacquei, ma mai (lo ammetto) avevo pensato che parte di questa città potesse trovarsi anche sotto terra. In pratica, sarebbe accaduto qualcosa di molto simile a ciò che avvenne a Siponto, con una fiorente città tutt’oggi sepolta sotto una coltre di storia.

Si tratta davvero di Santa Pelagia? E cosa si aspetta a scavare e a recuperare ciò che il tempo ci ha tramandato?

Sono sicura che sia il sindaco di Manfredonia Gianni Rotice che quello di Zapponeta Vincenzo Riontino non resteranno inerti dinanzi a questa nuova affascinante scoperta che permetterebbe di aggiungere nuovi tasselli alla nostra storia.

Maria Teresa Valente

Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche

Maria Teresa Valente

Giornalista pubblicista dal 2000 ed impiegata, esercita anche l’attività di mamma full time di due splendidi e vivacissimi bambini: Vanessa e Domenico. È nata e cresciuta a Manfredonia (FG), sulle rive dell’omonimo Golfo, nelle cui acque intinge quotidianamente la sua penna ed i suoi pensieri. Collabora con diverse testate ed ha diretto vari giornali di Capitanata, tra cui, per 10 anni, Manfredonia.net, il primo quotidiano on line del nord della Puglia. Laureata in Lettere Moderne con una tesi sull’immigrazione, ha conseguito un master in Comunicazione Politica ed è appassionata di storia. Per nove anni è stata responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Manfredonia. Ancora indecisa se un giorno vorrebbe rinascere nei panni di Oriana Fallaci o in quelli di Monica Bellucci, nel frattempo indossa con piacere i suoi comodissimi jeans, sorseggiando caffè nero bollente davanti alla tastiera, mentre scrive accompagnata dalla favolosa musica degli anni ‘70 e ‘80.

Articoli correlati