Attualità CapitanataFoggiaViaggi

Foggia, “Che aria tira al Gino Lisa?”

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

Foggia, “Che aria tira al Gino Lisa?”

Che aria tira al “Gino Lisa”?


Manca poco alla ripartenza dei voli per Torino e ci sono anche delle novità sotto il profilo
dello sviluppo di alcune questioni politiche e amministrative che chiaramente potrebbero
dare un ulteriore impennata allo sviluppo del traffico del nostro scalo.


È notizia di questi giorni, infatti, che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha
provveduto ad inviare una nota ufficiale in risposta alla richiesta della Regione Puglia che
chiedeva l’imposizione degli oneri di servizio pubblico sullo scalo di Foggia, assicurando,
così, quella piena disponibilità nell’accompagnare la stessa Regione nell’iter necessario
che dovrà però essere sostenuto da quest’ultima con un’ulteriore documentazione e con un
approfondimento di elementi di studio da cui dovranno evincersi proprio i presupposti e le
condizioni per il riconoscimento della continuità territoriale.


Così la Regione Puglia è chiamata a produrre idonea documentazione tesa a dimostrare come
il territorio interessato rientri tra le aree “periferiche” o “in via di sviluppo” con indicazione
dei collegamenti su cui si vorrebbero attivare gli oneri di servizio pubblico.


Sostanzialmente questo è quanto riferito dall’On. Fallucchi, protagonista altresì di una
precedente interrogazione al Ministero, in un recente comunicato stampa informativo e
divulgato dalle varie testate giornalistiche locali.

Ovviamente la notizia è importante, oltre che positiva, visto che è un iter molto complesso il
riconoscimento della continuità territoriale e che necessità di opportuni e corretti
approfondimenti, evidentemente non elaborati a sostegno della prima richiesta, al fine proprio
di evitare un accantonamento dell’istanza da parte del competente Ministero.


Pertanto confidiamo (anzi siamo certi) che la Regione Puglia integrerà la richiesta, così come
da nota ministeriale, con le dovute attenzioni e senza tralasciare nulla al caso e ovviamente
nel rispetto dei tempi che ci vorranno per un tale adeguato studio.


Conosciamo perfettamente le tempistiche e le difficoltà (le stesse verosimilmente avute per il
SIEG) anche se questa volta confidiamo in tempi più celeri stante la precedente esperienza.
Altra novità al Gino Lisa il cambio del piano operativo dei voli per Bergamo, che
sinteticamente riportiamo così come pubblicati dalla Compagnia Lumiwings:

Altresì non possiamo che applaudire allo sforzo di molti Consiglieri Comunali, avanti a tutti
del promotore di questa iniziativa, il Consigliere Pasquale Cataneo, nel portare avanti una
mozione, trasversalmente e al di là della propria posizione politica, nell’unico spirito che
riteniamo corretto quando si parla di aeroporto; mozione che ha per oggetto le politiche di

sviluppo infrastrutturale e dei servizi di trasporto aereo, passeggeri, merci e di protezione
civile dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia.


Siamo certi, in merito, che non sarà fatta dai rimanenti Consiglieri alcuna ostruzione a questa
mozione che ha un senso certamente politico ma che, per come strutturata, basta leggerla
attentamente, ha indicato semplicemente alcuni passaggi tecnici importantissimi che dovranno
interessare le prossime azioni della Regione Puglia e di Aeroporti di Puglia Spa se vogliamo
che l’aeroporto cresca e diventi competitivo al momento opportuno.


In ultimo raccogliamo anche il giusto sfogo del Presidente della Provincia di Foggia, nonché
Sindaco di Vieste, l’Avv. Nobiletti, di incrementare l’apporto turistico sul Gargano tramite
l’attivazione di collegamenti con l’Europa, al fine di far confluire, magari già nella
vicinissima stagione estiva, turisti stranieri.


Ad oggi effettivamente, a parte il volo per Mostar, che ha caratterizzato più un flusso di
passeggeri in uscita verso la Bosnia-Erzegovina che una operazione d’incoming, la
Compagnia Lumiwings, nel rispetto anche delle indicazioni di A.d.P., ha sempre e solo
attivato collegamenti nazionali, non supportando così le ulteriori richieste del territorio.


Ci permettiamo, pertanto, di suggerire allo stesso Presidente della Provincia di farsi
promotore di una iniziativa istituzionale che possa coinvolgere le restanti istituzioni di tutto il
territorio di Capitanata, gli operatori del settore e ovviamente la Compagnia, nel suo staff
manageriale, oltre ad Aeroporti di Puglia Spa e se vorrà anche di quest’associazione.
Ad oggi la stagione estiva 2024 potrà solo beneficiare dell’apporto dei turisti stranieri
provenienti dagli scali di Milano, Torino e Bergamo (si confida forse troppo in quest’ultimo
scalo).


In conclusione, ovviamente, come Comitato sosteniamo e sosterremo ogni iniziativa politica
atta a evidenziare le ragioni delle istanze del nostro territorio a favore dello sviluppo dello
scalo che allo stato non hanno ancora visto la trattazione nelle sedi competenti e questo al di
là del colore politico che, come sempre, non guardiamo nemmeno per sbaglio.

Presidente Comitato Vola Gino Lisa
Maurizio Antonio Gargiulo

Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche

Comunicato Stampa

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ilsipontino.netPer segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati