Poesie

Il colore dell’azzurro

di Claudio Castriotta


Niente di meglio
di un tacere
per dilaniare il tuo gelo,
niente di più serio
del sapere
per far crollare il tuo egoismo
Niente di più tenero
per addolcire
il tuo veleno,
niente di più sincero
del credere
per farti uscire dal nido
dell’amore
può regalarti il colore del sole
niente di più del mio respiro
può soffiare sul tuo cielo;
niente di meglio del mio sacrificio
poteva ridarti il colore dell’azzurro.

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button