Spettacolo Italia

Barbara D’urso condurrà uno storico programma Rai, concorrenza a Maria de Filippi? l’indiscrezione

Barbara D’urso oggi domenica 3 marzo farà il suo attesissimo ritorno in TV, come ospite negli studi di Domenica In. Già nella puntata di oggi da Mara Venier è possibile che annuncerà il suo ritorno alla conduzione di un programma tutto suo in RAI. Nelle ultime ore circola intensamente questa voce di un suo possibile approdo ad una storica trasmissione di Raffaella Carrà del Sabato sera.

Barbara D’urso scontra Maria de Filippi, torna con uno storico programma del sabato sera

L’indiscrezione sul futuro in TV della Barbarella Nazionale, vede il suo ritorno in RAI dopo anni di soddisfazioni e polemiche a Mediaset. Nelle ultime ore si vocifera insistentemente di un suo ritorno in grande stile alla conduzione di un colosso del sabato sera, la storica trasmissione Carramba che sorpresa. La fortunata trasmissione di Raffaella Carrà è andata in onda dal 1995 al 1998 per poi trasformarsi in “Carramba che fortuna” dal 1998 al 2001, tornato anche nel 2008 e 2009. Per un totale di 88 puntate.

Il programma deriva dal format britannico Surprise Surprise. Il titolo della trasmissione è stato inventato da Sergio Japino e Brando Giordani da l’unione del cognome della showgirl Carrà, e l’esclamazione spagnola ¡Ay, caramba!, utilizzata in situazioni di positivo stupore e di meraviglia.

Per Barbara D’urso sarebbe un ritorno in gamba tesa perchè come spesso è stato detto in passato Carramba che sorpresa è molto simile a C’è Posta per te e probabilmente si andrebbe a scontrare proprio con il programma di Maria de Filippi. Se tornasse proprio in prima serata del sabato sera vorrebbe dire uno scontro tra titani. Vedremo cosa deciderà la Rai.

Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati