NaturaViaggi

Lago Salso, un’oasi tutta da scoprire

L’arrivo della primavera può essere un’occasione per scoprire luoghi della nostra terra ancora tutti da scoprire oppure che, una volta scoperti, non ci si stanchi mai di ammirare.

A ridosso del Golfo di Manfredonia, l’Oasi Lago Salso è un gioiello naturale tutto da vivere. Si estende tra paludi e vasti pascoli per ben 550 ettari. Alimentato dal torrente Candelaro, il Lago Salso si caratterizza per la singolarità delle sue acque dolci nonostante la vicinanza al mare. In questa palude di circa un metro e mezzo di profondità, si ritrovano specie animali di notevole biodiversità, motivo per cui l’area è tutelata dal Parco Nazionale del Gargano. Un paradiso per gli appassionati di birdwatching, che potranno divertirsi ad osservare col cannocchiale trecento specie di uccelli tra fenicotteri rosa, aironi ed anatre. All’ interno di Oasi Lago Salso ci sono sette sentieri naturalistici, percorribili a piedi, in bici o a cavallo di durata variabile dai 30 minuti a un massimo di 4 ore. L’ideale per una bella gita in famiglia tra le spiagge di Siponto o alla riserva “Frattarolo”, zona umida delle Saline di Margherita di Savoia.

UN LUOGO DA PROTEGGERE

L’Oasi Lago Salso per le sue peculiarità naturalistiche è salvaguardata anche dal WWF. Proprio per questa ragione, è stata anche classificata dall’UE per il Life Project per proteggere l’ambiente e l’avifauna. Infatti  numerosi sono stati i progetti e le ricerche per la conservazione e alla tutela delle specie e dell’habitat naturale.

LA FAUNA

L’Oasi Lago Salso costituisce una zona umida di notevole interesse per la presenza di diverse specie di uccelli. Chi è appassionato oppure chi vuole iniziare ora ad avvicinarsi al mondo degli animali potrà avere degli incontri ravvicinati con le anatre che adorano questo rifugio. Ma non solo: ci sono anche alzavole, fischioni, germani reali, marzaiole, rare morette tabaccate e moriglioni ma anche tante altre specie di volatili. Chi ama fare birdwathcing potrà tentare di avvistare falchi di palude, folaghe, gallinelle d’acqua, martin pescatori, pendolini, svassi, gru e Cavalieri d’Italia. Gli occhi potranno deliziarsi anche osservando varie specie di aironi: rossi, cinerini e, occasionalmente, anche aironi bianchi. Non mancano poi le colonie protette come quelle di gobbi rugginosi, uccelli a rischio d’estinzione, presenti solo qui ed in Veneto. Nel periodo autunnale ed invernale invece si possono osservare gli storni, il falco pellegrino e il falco di palude. Tra gli animali più interessanti da citare anche le oche, il falco pescatore, la spatola, il mignattaio, il basettino, l’aquila anatraia, l’albanella reale, la cicogna bianca, la cicogna nera, il fenicottero rosa e la gru. Le acque limacciose di Oasi Lago Salso offrono rifugio a pesci di acqua dolce come cavedano, carpa, pesce gatto e tinca. Ci sono anche i rettili a popolare l’Oasi di Lago Salso: dal biacco, cervone e saettone a cui si aggiungono esemplari di testuggine palustre, biscia dal collare e biscia tassellata. Tra i mammiferi invece si possono incontrare la donnola, la faina, il tasso, il riccio comune, il toporagno d’acqua, la volpe e magari anche la lontra.

FLORA

L’ Oasi del Lago Salso è un’area ricca di canneti e tifa. Nel periodo primaverile ed estivo fioriscono l’iris d’acqua e la salcerella. Lungo gli argini crescono tipiche piante di acqua dolce: idrofite come il ranuncolo d’acqua l’utricularia e le piante da terreni paludosi come la suaeda.

ESCURSIONI

Insomma un’area naturale tutta da scoprire per chi ama incontri ravvicinati con la natura.  L’ Oasi del Lago si può visitare grazie a barche elettriche per esplorare l’intera valle o torrette situate lungo un percorso di cinque chilometri.

Per info: https://www.oasilagosalso.it/

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano

Dalila Campanile

Giornalista pubblicista e addetta stampa. Laureata in legge, si specializza in Comunicazione. Cura la comunicazione di eventi e aziende made in Puglia con laboutiquedelleparole.it. Innamorata della sua terra, ama raccontarla.

Articoli correlati