Colonna rinvenuta nei pressi della Mozzillo: reperto di Homo Sipontinus Incivilis

Una colonna in marmo è stata rinvenuta nei pressi della scuola media Mozzillo a Manfredonia. Detto così, pare il felice ritrovamento archeologico di ciò che resta dell’antica Siponto. Invece, se di archeologia si tratta, è assolutamente moderna ed appartiene all’homo sipontinus del genere ‘incivilis’.

L’imponente colonna non è che l’ultimo sconcertante esempio di rifiuto indifferenziato che i manfredoniani preferiscono abbandonare per strada anziché conferire presso l’azienda ecologica ASE Manfredonia in via Tratturo del Carmine. Accanto alla colonna, giacciono altri rifiuti di grandi dimensioni, quali resti di mobilia ed elettrodomestici. Il tutto a far bella mostra di sé, evidenziando quanto possa essere maleducata la gente con un esempio pessimo proprio a ridosso di uno dei luoghi deputati per eccellenza ad insegnare l’educazione nelle nuove generazioni: la scuola.

“Assisto impotente, quasi quotidianamente, a questo scempio”, spiega l’insegnante Eleonora Petrangelo della Mozzillo, che appena visti i rifiuti ha provveduto immediatamente a segnalare all’ASE, riservandosi qualche foto ‘ricordo’ a dimostrazione di quanto incivile possa essere la gente. “È davvero doloroso constatare che tutti gli sforzi che la comunità educante profonde per inculcare ai ragazzi i principi del rispetto dell’ambiente – continua – vengano vanificati da queste veri e propri atti criminali”.

“In un momento difficile per la nostra città, in cui si registrano movimenti spontanei di cittadini che hanno a cuore il proprio territorio, pare impossibile che accadano questi scempi”, conclude la docente con sgomento. Ed intanto, pullulano sui social le foto di rifiuti di varie dimensioni e tipologie, abbandonati in ogni angolo e a tutte le ore.

Le varie segnalazioni negli ultimi giorni vengono inviate anche al neonato gruppo social ‘Riprendiamoci Manfredonia’, fondato per lanciare un appello alla comunità affinché possa riappropriarsi della propria città. In realtà, verrebbe da pensare, che la prima cosa di cui i sipontini dovrebbero riappropriarsi è, purtroppo, il proprio senso civico.

Maria Teresa Valente




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*