Attualità

Siponto, dove crescono i gigli marini

 Siponto – Si trovano spesso nelle dune sabbiose del nostro litorale, dove il gelo non lo possa disturbare.

Produce nell’estate fiori tubulosi, bianchi, profumatissimi, riuniti in ombrelle terminali.


Può servire per giardini aridi, presso il mare nelle regioni temperate. Si moltiplica per divisione dei bulbi piriformi in estate e anche per seme.
Giglio marino,aromatico  selvatico,colto tra la terra di bosco, dal fondo sabbioso,stelo ricurvo,fiore di bianco, all’aria del vento caldo,odora Siponto.Un Giglio dall’odore salmastro e antico.

di Claudio Castriotta

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button