Attualità

L’aria bagna gli occhi

 Squame, schiume, 
scogliere di cozze nere, 
onde pietrose dal color grigio mattone, 
granchi, pennuti nudi, 
sbalzi umidi, 
l’aria bagna gli occhi. 
Venti a forza di corpi, ti battono i denti, 
sguardi imperterriti, starnuti dai cieli sporchi… 
seppie sulle onde di aprile… 
si allontanano dalle acque fredde e torbide… 
 lasciano momenti di malesseri 

oggi che il cuore perde
 i pezzi delle giornate care
da tenere lontano le insidie 
deposte sotto i piedi
il memori di ieri.

Di Claudio Castriotta

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button
Close