Rosa D’Amato a Manfredonia: “Mi vedrete ancora”

La europarlamentare 5stelle Rosa D’Amato, che torna a Bruxelles forte delle 38mila preferenze, venerdì scorso ha voluto personalmente ringraziare a Manfredonia gli attivisti e tutti coloro che, oltre a sostenere la sua candidatura, hanno portato anche il Movimento ad essere ila prima forza politica della città.

Ad accoglierla c’erano anche i consiglieri comunali uscenti Massimiliano Ritucci e Gianni Fiore, protagonisti e fautori di un percorso politico che, nonostante fossero al loro primo mandato, è stato determinante nel far emergere anomalie, incongruenze e scelte scellerate di un’amministrazione gestita da un sindaco e da una maggioranza che è franata sotto il peso delle sue stesse magagne lasciando in eredità ai sipontini una situazione debitoria da dissesto finanziario.

“Noi punteremo su persone e professionisti che magari non hanno alcuna esperienza politica ma che possono dare un valido e sano contributo per la rinascita di Manfredonia. Chi andrà a governare la città – ha evidenziato Ritucci – si troverà di fronte un disavanzo altissimo e, se ciò non bastasse, dovrà quasi certamente affrontare le conseguenze di molto probabile scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose sulle quali sta indagando la commissione prefettizia. E tu Rosa, in questo scenario avrai un ruolo importante”.

“Non ci conoscevano, non eravamo in politica, eppure abbiamo conquistato la fiducia degli elettori riuscendo ad arrivare in due in consiglio comunale, alle politiche dello scorso anno abbiamo eletto ben due deputati di questa città e ora con te completiamo l’asse verso l’Europa. Per la città abbiamo un progetto a lungo termine del quale farai parte anche tu, con la tua esperienza maturata nel primo mandato durante il quale hai anche affrontato problematiche afferenti al nostro territorio e alla nostra economia, come la pesca” ha aggiunto Fiore prima di cedere la parola alla europedutata.

“Non sono qui solo per ringraziare. Siamo nati col fiato sul collo, il fiato di chi ha affidato a noi dei 5Stelle la speranza di una politica seria, operosa e capace di portare risultati. Ci insedieremo a Strasburgo la prima settimana di luglio ma stiamo già lavorando alla formazione del gruppo parlamentare che vorremmo fosse composto solo da noi, per essere più forti e più incisivi. Solo che occorrono 25 eurodeputati e il Movimento ne ha 14. E in più ci stanno facendo terra bruciata intorno. Comunque non vediamo l’ora di riprendere a lavorare per il Sud e per la Puglia, siamo come il centometrista ai blocchi di partenza. Mi vedrete ancora nella vostra città e sarò a vostra disposizione, con il mio staff, sempre”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*