Viaggi

Mario, 91 anni, ed il suo Giro d’Italia velistico che fa tappa a Manfredonia

91 anni in barca vela per fare il giro d’Italia nell’era del covid e coronare il sogno di tornare nella sua mata Puglia: è l’avventura di Mario Battilanti – intervistato da ilsipontino.net -, che, lo scorso 27 settembre, è salpato da Fezzano nel Golfo della Spezia con meta la Marina di Ravenna insieme all’amico Paolo Zannini, 56 anni, entrambi soci dell’associazione solidale per la promozione della cultura del mare ‘La Nave di Carta’.

La “Lumiere III”, barca a vela lunga 13,5 metri, è approdata a Manfredonia (proveniente da Brindisi) oggi intorno alle 13 al porticciolo della Lega Navale di Manfredonia (dove resterà ormeggiata sino a domenica) con una delegazione capeggiata dal Presidente Luigi Oliveri.

Classe 1929, residente ad Ameglia, veterano di Caprera, una passione per la vela e per il mare che lo accompagna da tutta la vita, Mario è il ‘vecchio’ che ha deciso di mollare gli ormeggi, le incognite del covid e di andare per mare perché, dice: “Non bisogna aver paura di vivere”.

Per sostenere il viaggio di Mario, ribattezzato #Forza91 in omaggio alla sua età, la Lega navale Puglia ha predisposto una solida rete di accoglienza.“

Nato a Taranto, la vita di Mario Battilanti è molto attiva, da La Spezia in Puglia fino al trasferimento nel Nord Italia, dove il giovane Mario, oltre a studiare, si cimenta in qualsiasi tipo di lavoro. A fermarlo per due anni sarà la tubercolosi, i polmoni sono danneggiati, ma lui non vuole fermarsi e non rinuncia alle sue passioni: fare apnea, andare in barca. Non si arrende e continua a studiare e a lavorare in Fiat. Riesce a prendere il diploma di geometra e a fare carriera, diventa uno dei responsabili della gestione del personale. Solo con l’arrivo della pensione riesce finalmente a dedicarsi a tempo pieno alla sua passione: il mare.
A settembre 2020 decide di realizzare un sogno: fare il giro d’Italia a vela e chiede di accompagnare un amico, Paolo Zannini (56 anni) nel trasferimento di Lumiere III dal golfo della Spezia a Marina di Ravenna. Questa fantastica storia comincia con una domanda. “Devo portare la barca dalla Spezia a Marina di Ravenna in Adriatico. Chi può venire?” ha chiesto a fine di settembre 2020 Paolo, detto il Rosso per via della sua chioma. “Vengo io” ha detto Mario. Niente di strano a parte il fatto che Mario ha 91 anni.
I due sono soci dell’associazione di vela solidale “La Nave di Carta” e della Lega navale di Lerici. Le due organizzazioni decidono di aiutare Mario a realizzare il suo sogno. La presidenza nazionale della Lega navale Italia mobilita le sue sezioni sul territorio, velisti esperti della Nave di Carta e della Lni si organizzano per accompagnare il veterano del mare. Il viaggio diventa quindi il simbolo di un’Italia con gente di mare che non vuole fermarsi, non vuole avere paura del futuro e non vuole escludere gli anziani.

L’intervista a IlSipontino.net

Intervista di Matteo Palumbo

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button