Il cuore non basta: gara 1 al Nardò

Sabato di basket per Manfredonia e Nardò che ieri, nel Tensostatico della città salentina, hanno giocato Gara 1. La squadra di Manfredonia è accompagnata da una parte dei suoi tifosi. Tutti gli altri a casa ad aspettare, a soffrire, a sperare…incollati ad internet sperando di catturare una notizia in diretta, un’immagine, un fotogramma dei loro beniamini in azione. Una squadra di basket sipontina arriva così in alto e tutti vogliono essere memoria di un’avventura sportiva straordinaria: le semifinali PlayOff della Serie C Silver. I photo-frame di un intero campionato scorrono: vittorie, poi sconfitte, momenti bui, passaggi a vuoto, riscosse e ancora strepitose vittorie e scalate di classifica. Tutto realizzato, conseguito e inseguito con la consapevolezza di avere un obiettivo davanti: crescere come consesso sportivo dedicato ai giovani, far crescere la cultura cestistica nella città.

Pre-gara, riscaldamento, ultimo briefing e messe a punto dei dettagli tattici. Si avvicinano i primi 40 minuti in cui Nardò e Manfredonia si giocheranno il pass per la finale. Adesso c’è una battaglia da affrontare. Sebbene il pronostico non arrida, l’avversario da battere è Nardò, che si presenta in modalità “big match”: fra le sue fila rientra anche, dopo tanto tempo, il fuoriclasse Goran Bjelic. È una squadra costruita per vincere il Nardò, con budget non confrontabili con quelli dell’Associazione sipontina, che arriva all’appuntamento anche ridotta all’osso, dopo una stagione intensissima, piena di turni infrasettimanali. Gare si sono susseguite a gare, le ultime anche senza americani, ma il Tamma Angel Team ha dimostrato la propria solidità e compattezza. Dopo le tre battaglie sportive giocate nel giro di una settimana con Francavilla, poi, gli atleti a disposizione di coach Ciociola sono scesi in campo con qualche problema fisico: Nicola Padalino soffre per il riacuitizzarsi dei problemi al ginocchio e già in fase di riscaldamento comprende di non poter dare il massimo, fa quel che può, ma riesce a giocare solo poco più di 8 minuti. Antonio Padalino ha la capsula dell’alluce di un piede disassiata e gioca al 50%. Il primo cambio di coach Ciociola è un Under 16, Benja Rubbera. Abbiamo, però, imparato a conoscerli e sappiamo che questo né li spaventa né tantomeno li abbatte.

Ma il match gira subito a favore dei padroni di casa, ai quali riesce praticamente tutto, mentre la Tamma Angel Manfredonia, suda, lotta su ogni pallone, ma fa fatica a trovare soluzioni efficaci. I numeri raccontano più di mille parole un match nel quale i sipontini hanno fatto il possibile per arginare l’azione dell’avversario. Il secondo quarto riaccende le speranze, le distanze si accorciano, ma poi anche il secondo tempo segue la scia del primo. Gara 1 è appannaggio dei padroni di casa, ma l’attaccamento alla maglia degli atleti Tamma Angel Manfredonia, l’ingresso in campo di tutti e 4 gli Under 16 del vivaio della Giuseppe Angel, fa scattare l’applauso convinto dei tifosi presenti, orgogliosi della propria squadra. E, forse, anche questo è un segno del destino: la Giuseppe Angel, nata con il settore giovanile, si ritrova a disputare i PlayOff con quattro Under e con il capitano poco più che ventenne, frutto cestistico proprio del vivaio Angel.

Ed è proprio Capitan Gramazio, con un messaggio diffuso sui social, a chiamare a raccolta tutti i tifosi. Ora testa e cuore sono subito concentrati su Gara 2, vietato mancare: l’appuntamento è per giovedì prossimo 13 aprile alle ore 20.30 al PalaScaloria di Manfredonia. Gli atleti della Tamma Angel Manfredonia anche questa volta venderanno cara la pelle.

Stay tuned & PASSIONE ANGEL

TABELLINI GARA1

NP A. Pasca Nardò 87

Tamma Angel Manfredonia 50

Parziali: 30-10, 19-22, 24-11, 14-7

 

NP A. Pasca Nardò: Stella 10, M. Dell’Anna 2, Provenzano 22, Bjelic 20, D. Dell’Anna 6, Fracasso 3, Chirico 6, Durini 10, Polonara 4, Martino 4. Coach: D. Olive.

 

Tamma Angel Manfredonia: Rubbera, Chiappinelli 12, Vuovolo 10, Gramazio 8, A. Padalino 5, N. Padalino, M. Prencipe, Facciorusso, Totaro 15, Grasso. Coach: G. Ciociola; Ass. Coach: F. Carbone.

 

Arbitri: F. Menelao, D. Galluzzo.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*