Spettacolo Italia

Nanni Moretti contro Meloni: “Avevo un pregiudizio. Ora il giudizio è peggiore”

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano

Nanni Moretti ritorna al cinema. Il suo nuovo film, selezionato per la prossima edizione del Festival di Cannes, uscirà il prossimo 20 aprile nelle sale. Il titolo è già un programma: “Il sol dell’avvenire”. Il protagonista del nuovo film, ambientato tra gli anni Cinquanta e gli anni Settanta, è un attore francese che recita accanto a un cast formato da Margherita Buy e Silvio Orlando. 

Sul nuovo film del regista amato dall’Italia e dalla Francia, con i suoi titoli indimenticabili, si sa ancora poco. Oggi, però, intervistato da Michele Serra il regista ha anticipato qualcosa. Sicuramente non sarà l’atto finale della sua carriera. “Non era programmatico che lo fosse, è venuto così. Comunque, no, non volevo fare testamento”, dice Moretti. Il film, che parla anche delle nuove piattaforme e della creatività limitata e costretta dai risultati, uscirà in sala ed è stato fatto seguendo l’istinto creativo di Moretti. “Io ho un cinema, so bene quanto il pubblico si stia riducendo, si andava al cinema tre o quattro volte a settimane, ora poche volte all’anno, è una situazione nuova, pesante. Ma io continuo comunque a far finta di niente, come se non ci fosse nessuna crisi. Pensando un film non mi lascio condizionare, lo faccio come voglio io. Non voglio farmi disturbare”.  

Il nuovo film di Moretti parlerà, ovviamente, anche di politica. Dopo capolavori come “Palombella Rossa”, “Il Caimano”, “Caro Diario”, Moretti a Serra ha concesso qualche giudizio politico sulle due donne della politica italiana: Elly Schlein, segretaria del Pd, e Giorgia Meloni, presidente del consiglio. “Ho votato per Elly, contro il luogo comune sbagliato che fosse troppo di sinistra. Senza ricordare che dieci-quindici anni fa tanti amministratori sono stati eletti essendo a sinistra del Pd, Doria a Genova, Pisapia a Milano, Vendola in Puglia. Incredibile come alle volte quella che viene chiamata narrazione non si deposita sulla memoria”. 

Poi un giudizio affilato sul governo guidato da Giorgia Meloni: “Avevo un pregiudizio. Ora il giudizio è peggiore del pregiudizio”.

Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Articoli correlati