Fratelli della Stazione. Emanuele: “Multare la solidarietà è incomprensibile e inaccettabile. Solidarietà all’associazione e ai volontari”

Multare la solidarietà è incomprensibile e inaccettabile. Bloccare e interrogare, a quanto si apprende anche aspramente, i volontari dell’associazione Fratelli della Stazione mentre si apprestavano a svolgere il servizio che effettuanoda quasi 20 anni è incomprensibile e inaccettabile.

È incomprensibile e inaccettabile chiedere un ‘titolo di viaggio’, espressione burocratica che sta per biglietto del treno, a ragazze e ragazzi che la sera entrano in stazione per occuparsi dei poveri e degli emarginati che hanno eletto quello spazio, quelle strutture e i vagoni inutilizzati a rifugio notturno.

Ed è altrettanto incomprensibile e inaccettabile ogni tentativo di giustificare il comportamento degli operatori che hanno, sì, applicato norme esistenti, ma senza alcuna disponibilità alla comprensione effettiva di chi fosse loro davanti e quale fosse il motivo del loro ingresso in stazione. Eppure alla Polfer, ai Servizi sociali, alla Polizia municipale li conoscono bene, visto che è anche a loro che si rivolgono quando ci sono casi particolari, e particolarmente fastidiosi, da affrontare e risolvere.

Ragazze e ragazzi, donne e uomini, italiani e stranieri che lo fanno da 20 anni accompagnati dal sostegno di tanti cittadini e appesantiti dall’indifferenza delle istituzioni cittadine.

A proposito, la neo assessora alle Politiche sociali oggi farebbe buona cosa ad indossare la fascia tricolore- quella che simboleggia la rappresentanza della città di Foggia e che ha sfoggiato ad una manifestazione di partito -e a recarsi in Questura per chiedere ai vertici provinciali della Polizia di Stato chiarimenti su quanto accaduto.

Perché è importante provare a rendere comprensibile, se mai possibile, una vicendache s’inscrive nel novero di piccole e grandi vessazioni inflitte a chi svolge volontariato in favore di emarginati e migranti che abitano gli intersitizi delle nostre città o che si appigliano a zattere di umanità per approdare ai nostri porti.

All’associazione Fratelli della Stazione e ai ragazzi che hanno vissuto direttamente quanto accaduto ieri va tutta la solidarietà umana e politica della comunità del Partito Democratico di Foggia.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*