Attualità Capitanata

Frasi offensive sui social contro il sindaco. Il giudice ordina la rimozione dei post. Succede in Puglia

Calici di Puglia
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano

Il Tribunale di Trani ha disposto che dovrà rimuovere entro cinque giorni i post e commenti che avevano offeso la reputazione del sindaco, Amedeo Bottaro, e dall’Amministratore unico uscente di Amiu, Gaetano Nacci.

Nel provvedimento il giudice scrive che i post indicati dalla parte offesa, che ha presentato un ricorso ex articolo 700 del Codice di procedura civile, «presentano un intento offensivo e denigratorio della persona che travalica il limite della continenza, utilizzando frasi allusive, insinuazioni e offese alla persona a fronte di sospetti e dubbi esposti come verità, esorbitanti i limiti di una lecita contestazione politica».

A detta del Tribunale, l’autore degli stessi post non può neanche invocare, per giustificare le sue espressioni colorite, immagini satiriche, «poiché il diritto di satira ricorre solo se il fatto o il giudizio è espresso in modo apertamente difforme della realtà, sì che se ne possa apprezzare subito la inverosimiglianza ed i caratteri iperbolico. Nella fattispecie, invece, gli appellativi si presentano come la manifestazione di un giudizio diretto ed inequivoco di riprovazione morale attraverso accostamenti idonei a denigrare apertamente la persona cui sono diretti».

Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano
Calici di Puglia
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati