fbpx
Cronaca

Aggressione al pronto soccorso dell’ospedale Tatarella di Cerignola

Ancora un’aggressione al pronto soccorso dell’Ospedale Tatarella di Cerignola.

Ieri sera intorno alle 11 un uomo, in evidente stato di incoscienza dovuto all’abuso di sostanze alcoliche, si è presentato al nosocomio accompagnato dal figlio. Durante le cure, il paziente si è alzato dalla barella, togliendosi la flebo e il dispositivo per il monitoraggio cardiocircolatorio, e dopo aver minacciato e aggredito medici e infermieri  danneggiando sedie, barelle e altri arredi che si trovavano all’interno del pronto soccorso.  Per questioni di sicurezza tutto il personale in servizio è stato obbligato ad abbandonare le sale dell’unità di primo intervento. Sul posto sono giunti gli agenti di polizia che hanno ristabilito l’ordine consentendo al personale medico di prestare le cure anche all’aggressore. L’uomo, dopo la terapia, ha abbandonato i locali del pronto soccorso contro il parere medico. Sull’accaduto stanno indagando gli agenti del commissariato di Cerignola.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button