CuriositàGiovaniTecnologia

Sentirsi al sicuro per strada: le App antiviolenza da scaricare per sentirsi in sicurezza

Esistono delle App antiviolenza per sentirsi al sicuro per strada. E’ possibile scaricarle comodamente sul proprio smartphone affinché ci si senta meno sole e più protette.

Secondo i dati ISTAT, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica, psicologica o sessuale. La maggior parte di esse, non avviene per opera di uno sconosciuto: sempre secondo i dati ISTAT gli stupri sono stati commessi nel 62,7% dei casi da partner, nel 3,6% da parenti e nel 9,4% da amici. I dati ISTAT ci informano che una donna su due non esce di casa la sera perché ha paura. Aggressioni fisiche, stalkink e catcalling, sono minacce molto più comuni di quanto si possa credere. Per una donna, l’impossibilità di godersi una passeggiata senza l’ansia o il timore di essere importunata da un malintenzionato, sta diventando una realtà sempre più concreta. Le app antiviolenza non sono una soluzione alla falla di un sistema patriarcale e maschista, ma un punto di partenza per vivere più serenamente la propria quotidianità, in attesa di un reale cambiamento.

Wher

Wher è un’app-navigatore creata dalle donne per le donne, in cui le strade sono valutate in base a quanto vengano considerate sicure. L’app restituisce una mappa che mostra i percorsi più consigliati. Wher ti calcola il percorso più consigliato sia di giorno che di notte.

112 Where ARE U

In caso di emergenza, il sistema localizza la posizione geografica e sarà possibile effettuare la chiamata al numero di Emergenza al 112 o far partire la chiamata silenziosa nel caso in cui non si possa parlare.

Guardian safely around

Guardian è un sistema di navigazione e monitoraggio del pericolo. Ti permette di creare il percorso più sicuro e aggiungere i guardiani, amici o famigliari che ricevono la posizione in tempo reale quando l’utente segnala un’emergenza.

1522

1522 è il numero antiviolenza, attivato nel 2006 dal Dipartimento per le Pari Opportunità. Il numero è attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno ed è possibile accederbvi gratuitamente da rete fissa e mobile. L’accoglienza è disponibile in italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo. Possiede 4 funzioni principali:

  • Chiamare un’operatrice
  • Chattare con un’operatrice
  • Azionare dispositivi di emergenza
  • Leggere i consigli per la sicurezza e le ultime news

Viola Walkhome

Non è propriamente un’app antiviolenza ma si tratta di un servizio di videoaccompagnamento internazionale. Un numero che attiva la videochiamata con dei volontari che monitorano la persona durante il suo tragitto fino a casa. Il servizio è gratuito e aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Echosos

Consente di trasmettere la nostra posizione al servizio locale di emergenza, riconoscendo il Paese in cui ci si trova. Fornisce anche la possibilità di aggiungere numeri personali e di inviare SMS di emergenza anche senza la connessione dati.

Donnexstrada

Non è un app antiviolenza ma un progetto per la sicurezza delle donne. In qualsiasi contesto isolato o posizione di eventuale pericolo, è possibile far partire una diretta su Instagram per farsi accompagnare virtualmente nel tragitto fino a casa.

Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

Lucia Pia Caputo

Classe ‘98, pugliese di origini ma emiliana di adozione. Laureata in Lettere, specializzanda in Filologia, Letteratura e tradizione classica. Innamorata della paleografia Latina. Aspirante docente e food e content creator. Ho esperienze pregresse nel mondo dell’editoria. Nel tempo libero organizzo e modero eventi. Da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Scrivo per liberarmi del superfluo.