Economia

Via libera al RistoriTer: ecco a chi vanno i nuovi aiuti

Il Consiglio dei Ministri del 20 novembre dovrebbe redigere la bozza quasi definitiva del nuovo Decreto Ristori ter. Le risorse in previsione sono di oltre 1 miliardo, forse 1,4 miliardi di euro. L’obiettivo dell’Esecutivo è quello di stanziare le risorse necessarie per il sostegno di tutte le attività (bar, ristoranti, pizzerie, ma anche palestre, discoteche e tutte le attività costrette a chiudere dall’ultimo DPCM del 6 novembre scorso) inserite nelle zone rosse e arancioni. 

Tra le misure al vaglio dell’esecutivo ci sarebbero:

  • L’ampliamento dei codici ATECO che identificano i beneficiari delle misure inserite nei Decreti Ristori e Ristori bis (negozi di scarpe ed accessori);
  • La sospensione delle scadenze fiscali per i mesi di novembre e dicembre 2020,
  • Nuovi aiuti e sostegni per ristoranti, centri estetici, negozi di abbigliamento e attività che si trovano ad operare all’interno delle Regioni inserite nelle zone rosse.

Con il Ristori Quater si va, inoltre, verso la proroga di scadenze fiscali di fine anno per 4,8 miliardi: è uno degli interventi che il governo dovrebbe finanziare con il prossimo decreto Ristori quater, che sarà varato dopo il via libera delle Camere alla richiesta di nuovo scostamento da 8 miliardi approvato questa notte dal Consiglio dei ministri. Il decreto Ristori quater dovrebbe essere approvato quindi la prossima settimana. Le risorse serviranno anche per altri misure anti-crisi Covid per il 2020.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button