Musica

Musica e solidarietà: il Concerto di Natale dell’Unifg

Tutto pronto per il Concerto di Natale dell’Università di Foggia, in programma lunedì 12 dicembre, alle 21.00, al Teatro Umberto Giordano.
L’evento, come ogni anno, si pone come momento di scambio e incontro con la comunità accademica e con la città prima delle vacanze natalizie ed è organizzato in collaborazione con il Conservatorio “U.Giordano”.
Protagonista assoluta sarà la musica di qualità: si esibiranno sul palco gli artisti del Conservatorio “U.Giordano”, un violinista di fama internazionale e il Coro dell’Università di Foggia.

L’apertura del concerto è affidata YelyzaVeta Klinkova e Ylenia Montaruli, musiciste del Conservatorio foggiano, cui sono affidate rispettivamente le esibizioni al pianoforte e agli archi.
Ospite d’eccezione, che si esibirà dopo di loro, è Alessandro Quarta. Acclamato dalla CNN nel 2013 come “Musical Genius”, Quarta è violinista, polistrumentista e compositore. Noto in tutto il mondo, è cresciuto musicalmente con i più grandi direttori. Famoso è il suo brano “Dorian Gray”, composto, arrangiato ed eseguito live in Prima Mondiale esibendosi con “Roberto Bolle”  sui più importanti palchi d’Italia. Oggi è impegnato con molti importanti progetti e ha scelto di onorare l’Università di Foggia tornando nella regione in cui è nato.

La chiosa dell’appuntamento teatrale targato Unifg e Conservatorio sarà affidata a Joy Music Project, il Coro dell’Università di Foggia che ogni anno coinvolge il pubblico con esibizioni a tema natalizio.
L’evento sarà condotto dalla prof.ssa Rossella Palmieri, delegata rettorale alla Comunicazione e ai Rapporti con il Territorio.

Il Concerto è patrocinato da Fondazione Monti Uniti, AIL e Aps Arte Forte.
L’ingresso è gratuito, è possibile prenotare il proprio posto su Unifg.it e Unifgmag entro le ore 12.00 del 6 dicembre.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button