AttualitàGiovani

Mai più tra i banchi dove siamo cresciuti insieme: il video dei ragazzi della San Giovanni Bosco

Il Covid non ha fermato la primavera e il sole dietro le finestre ha preso a scaldare l’aria, che però non accarezza ancora i nostri volti. Mia figlia mi chiede abiti più leggeri.

Apro l’armadio, inizio a frugare e mi si para dinanzi il grembiulino azzurro pulito e stirato, pronto per un nuovo giorno di scuola. Un giorno che, a quanto pare, per quest’anno non arriverà più.Nella valigia dei suoi dieci anni il posto più grande era riservato ai ricordi della quinta elementare. Aveva cominciato la scuola piangendo per quell’ultimo giorno che non voleva arrivasse, per non dover mai dire addio alle maestre e ai compagni.

Quel giorno, purtroppo, non arriverà, ma non è felice, così come non lo sono tutti i ragazzi che come lei sono all’ultimo anno delle elementari o di terza media o di quinto superiore.Non ci saranno gite né pizze dove scattarsi selfie; non ci saranno interrogazioni al cardiopalmo col compagno che dietro le spalle manda messaggi di fumo per dare suggerimenti; non ci saranno compiti in classe e rimproveri delle insegnanti che però ti guardano negli occhi come secondi genitori.Eppure c’è ancora tanto, tantissimo amore e voglia di dare e di fare, da parte di alunni ed insegnanti. I presidi, improvvisamente catapultati nella didattica 2.0, ce la stanno mettendo tutta. Ma siamo tutti apprendisti in questo nuovo mondo ‘a distanza’ e il tempo scorre inesorabilmente strappando via emozioni e ricordi che non torneranno più.Sulle struggenti note di ‘Rinascerò, rinascerai’, i ragazzi della quinta elementare, sezione E, della scuola San Giovanni Bosco di Manfredonia salutano le loro maestre.

Ormai sanno che non potranno più incontrarsi tra quei banchi dove sono cresciuti insieme e che non potranno condividere nessun altro momento con le loro insegnanti… Anna Lucia Falcone, Sipontina Trotta, Lina Simone, Ippolita Pacillo, Giovanna D’Apolito, Pina Lombardi.Dopo questa tempesta ‘rinasceranno’ e tutto avrà un sapore diverso. Ma nei loro cuori porteranno per sempre il sapore agrodolce di questi ultimi mesi di ricordi ‘rubati’.

Maria Teresa Valente

Maria Teresa Valente

Giornalista pubblicista dal 2000 ed impiegata, esercita anche l’attività di mamma full time di due splendidi e vivacissimi bambini: Vanessa e Domenico. È nata e cresciuta a Manfredonia (FG), sulle rive dell’omonimo Golfo, nelle cui acque intinge quotidianamente la sua penna ed i suoi pensieri. Collabora con diverse testate ed ha diretto vari giornali di Capitanata, tra cui, per 10 anni, Manfredonia.net, il primo quotidiano on line del nord della Puglia. Laureata in Lettere Moderne con una tesi sull’immigrazione, ha conseguito un master in Comunicazione Politica ed è appassionata di storia. Per nove anni è stata responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Manfredonia. Ancora indecisa se un giorno vorrebbe rinascere nei panni di Oriana Fallaci o in quelli di Monica Bellucci, nel frattempo indossa con piacere i suoi comodissimi jeans, sorseggiando caffè nero bollente davanti alla tastiera, mentre scrive accompagnata dalla favolosa musica degli anni ‘70 e ‘80.

Articoli correlati

Back to top button
Close