EconomiaNatura

Indipendenza energetica: L’esempio virtuoso della Comunità Energetica Rinnovabile di Biccari

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano

A seguito della guerra in Ucraina si è fatta sempre più intensa la discussione sull’indipendenza energetica dell’Italia, sicuramente l’italia che può vantare un territorio ed una conformazione unica dovrebbe puntare tutto delle energie rinnovabili, è ciò che prova a fare iIl Comune di Biccari, borgo di circa 2.700 abitanti nella provincia di Foggia, vanta già grande attenzione alla sostenibilità con gli oltre 200 kW di pannelli fotovoltaici installati su edifici pubblici e con un parco di illuminazione pubblica costituito da lampade a LED e da lampioni fotovoltaici posizionati nelle aree rurali e nelle contrade periferiche.

L’amministrazione intende proseguire e perfezionare questo percorso grazie alla costituzione di una Comunità Energetica Rinnovabile da realizzare grazie alla collaborazione con la Cooperativa energetica ènostra. Il progetto si propone come pilota atto a studiare gli impatti sociali ed ambientali, oltre che economici, nel territorio. In particolare, si punta a raggiungere risparmi in bolletta per i partecipanti, stimolando al contempo la partecipazione dei cittadini e diffondendo pratiche di educazione ambientale.

Il progetto prevede, grazie alla collaborazione con Arca Capitanata (l’agenzia regionale per le Case Popolari), l’installazione di altri pannelli fotovoltaici sugli immobili adibiti ad alloggi e la costituzione legale della comunità energetica tra tutti i cittadini interessati, che in totale dovrebbero essere circa 70 famiglie.

Fonte: https://www.comunirinnovabili.it/

Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati