Storia

Il ricordo di Gaetano Pasqua di Claudio Castriotta

Manfredonia – QUI Truducill in foto con SCIALIPP u giurnaleie spesso portava gli occhiali, altezza media, le mani in tasca quando stava sulla soglia del suo negozio – a guardare passeggiare , la gente per il corso della città. Mentre in questa foto lo ritrae all’Edicola vicino la Villa , con il noto  e simpatico , bizzarro e comico edicolante “Truducill” (Pasqua) in una piacevole  chiacchierata d’amicizia e lavoro. Anche Scialipp era un tipo ironico; ma anche intollerante e meticoloso nelle sue Quasi ogni pomeriggio mi recavo a comprare le bustine dei calciatori – e con me tanti bambini. Spesso diventava insofferente, del resto facevamo un chiasso da finimondo: “Quattro buste, sei bustine, due!“. “Calma bambini calma !“.

Ritornando  a Truducill e alla moglie” Siponta ” …

chiuse l’attività,  pochi anni fa – che aveva lasciato al figlio ; ricordo con piacere come si incollava le figurine sull’album: prendevamo la farina, la mettevamo in un recipiente; poi acqua di rubinetto in modo da farla diventare una specie di colla; infine la si spargeva sulla figurina con uno stecchino di legno. C’era però il problema che l’acqua e la colla gonfiavano la pagina dell’album e così l’intero album spesso dovevamo conservarlo in un cassetto.

Oggi –  mentre davo uno sguardo lontano al passato nelle mie , cianfrusaglie ho trovato questa immagine ; dei due edicolanti fermi davanti ad una edicola .  Oggi è il simbolo della tradizione edicolante di Manfredonia di Raffaele Pasqua…figlio di Gaetano .

Di Claudio Castriotta ❤️

Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati