MusicaStoria

“1971, Lucio Dalla portò un pezzo storico di Manfredonia a Sanremo”

“1971, Lucio Dalla portò un pezzo storico di Manfredonia a Sanremo”

Manfredonia – DETTE UN GRANDE ONORE – alla nostra città a Sanremo ’71 con la copertina del disco – 4.3.1943 dove viene raffigurata “Piazza Diomede ” aggiudicandosi il terzo posto dell’importante kermesse canora.

Si,perchè lui, da bambino ha vissuto la nostra aria di mare tra le vie del nostro paese.

FU la pagnotta di pane – alle 3 di notte – uno dei ricordi più importanti dei miei amici nel millenovecentosettantasette.

Si, era proprio vero, Lucio Dalla amava il pane, il suo odore quando lo sentiva arrivare dal forno.

Per lui rappresentava il miracolo, era il ritorno all’infanzia di quando abitava in via Palatella; per lui, era – il cuore di Gesù Immacolato.

Era attratto dalla pagnotta fumante, odorosa e fragrante, calda di quel calore che usciva di fumo, quando il pane veniva tagliato a metà,era fragrante e morbida la sua mollica, per lui rappresentava la vita ,quando veniva fuori dalla vista di quel grottino, pieno di legno e di fuoco e cenere che bruciava.

Lui nella notte, stava lì ad aspettare.

Era il 1977. Veniva a Manfredonia per qualche giorno in ferie, con gli amici.

Si fermava a guardare tutto quel rituale prima dei comprarlo, quel piccolo omino di statura, cittadino onorario sipontino, ma nativo e vissuto a  Bologna, di casa da ragazzo per un periodo in via Gaetano Palatella, una delle prime vie della città all’epoca,era amico allo scrittore Veneto, Ferruccio Gemmellaro, che in quegli anni viveva a Manfredonia, anche lui , nella medesima via . PALATELLA: via in onore di un noto sindaco  della città.

Di Claudio Castriotta

Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati