Attualità Italia

Vallagarina, Rovereto ma non solo: alla scoperta della porta del Trentino

Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Casa di Cura San Michele

Se state pensando a una vacanza in montagna che coniuga natura, sport, cultura e divertimento, la Vallagarina, in Trentino, è la scelta perfetta per voi. Anello di congiunzione tra città e natura, tra pianura e montagna, tra cultura europea e mitteleuropea, questa valle costituisce la vera e propria porta del Trentino, estendendosi da Avio (e cioè dal confine veneto) fino al confine con Trento. La Vallagarina conta città importanti, come Rovereto, Avio ed Ala ed è formata da aree rurali che si alternano a piccoli borghi tra un susseguirsi di vigneti, meleti e castelli.

Dove si trova la Vallagarina?

La Vallagarina si sviluppa lungo il fiume Adige ed è la valle più a Sud del Trentino. Il limite superiore è generalmente fissato poco a nord del paese di Besenello e circa 10 chilometri a sud di Trento. Oltre questo punto, inizia quella che è conosciuta come la Val d’Adige. Il limite inferiore corrisponde invece al paese di Borghetto sull’Adige, da sempre considerato confine a sud del Tirolo storico.

Vacanze a Rovereto, il cuore pulsante della Vallagarina

Rovereto, vero cuore pulsante della Vallagarina, è una città che mescola armoniosamente il fascino della sua ricca storia con il divertimento della sua vibrante scena culturale. Questo gioiello del Trentino offre ai visitatori un’esperienza unica, caratterizzata da un patrimonio storico significativo, attrazioni culturali di primo piano e un’atmosfera accogliente.

Storia di Rovereto

Le origini di Rovereto risalgono al Medioevo, quando la città era una roccaforte strategica situata tra Verona e Trento, punto di contatto tra diverse culture e, pertanto, obiettivo di numerose invasioni. In questi secoli, infatti, Rovereto fu dapprima circondata dalle Mura di Castelbarco e successivamente conquistata dalla Serenissima Repubblica di Venezia, che la trasformò in un centro fiorente per la cultura e le arti.

Anche il XX secolo segnò profondamente la città, soprattutto durante la Prima guerra mondiale, quando Rovereto fu teatro di aspri combattimenti. Rovereto ha saputo però rinascere dalle sue ceneri, consolidando la sua identità come Città della Pace. Un simbolo toccante di questa vocazione è la grande Campana dei Caduti, realizzata dalla fusione del bronzo dei cannoni rimasti alla fine della guerra, che ogni giorno suona 100 rintocchi in un messaggio universale di pace.

Rovereto oggi

Oggi, Rovereto è una città dinamica che accoglie visitatori da tutto il mondo con la sua calda ospitalità e una vasta gamma di attrazioni culturali e artistiche. Il cuore pulsante della città è il MART, il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto. Questo museo ospita oltre 20.000 opere d’arte, inclusi capolavori di artisti come Fortunato Depero, Umberto Boccioni, Gino Severini, Marino Marini e Giacomo Balla. La collezione del MART è una testimonianza dell’importanza di Rovereto come centro di produzione e diffusione artistica.

Un’altra gemma culturale di Rovereto è Casa Depero, dedicata all’artista futurista Fortunato Depero. Questo museo unico nel suo genere offre una panoramica affascinante sul movimento futurista e sull’opera dell’artista, con una vasta collezione di dipinti, sculture e disegni.

Cosa c’è da vedere a Rovereto?

Come detto, Rovereto offre una vasta gamma di attrazioni culturali e artistiche, che soddisfano i gusti più diversi. Oltre al MART e a Casa Depero, la Chiesa di San Marco, con la sua architettura gotica, è famosa per essere stata il luogo del primo concerto italiano di Wolfgang Amadeus Mozart. Il Castello di Rovereto, una fortezza medievale splendidamente conservata, offre invece una vista panoramica sulla città e ospita il Museo Storico Italiano della Guerra: un museo splendido e importantissimo che documenta la storia militare dell’Italia con una vasta collezione di reperti.

Per chi ama passeggiare, il centro storico è un museo a cielo aperto di eleganti palazzi, antiche chiese e piazze pittoresche che raccontano la lunga storia della città. i dintorni di Rovereto offrono invece numerose opportunità per escursioni e attività all’aria aperta

Rovereto è anche un vivace palcoscenico per eventi culturali e festival. Il festival Settenovecento celebra la musica classica con concerti e performance di altissimo livello, mentre Oriente-Occidente è uno dei più importanti festival di danza contemporanea in Europa, attirando artisti e appassionati da tutto il mondo.

Vallagarina: Rovereto ma non solo. Ecco le altre mete imperdibili

Ala: La Città di Velluto

Ala, conosciuta come la Città di Velluto, è un gioiello storico rinomato per la sua tradizione nella produzione di velluti di seta. Passeggiando per le sue strade acciottolate, i visitatori possono ammirare eleganti palazzi barocchi e rinascimentali, molti dei quali ospitano oggi musei e mostre. Il Palazzo de’ Pizzini, un tempo dimora nobiliare, è oggi sede di eventi culturali e concerti di musica classica, offrendo uno sguardo sulla vita aristocratica di un tempo. Ogni estate, Ala celebra il suo passato con il Festival del Velluto, un evento che riporta in vita le antiche tradizioni artigianali e culturali della città.

Avio e il Castello di Sabbionara

Avio è un altro affascinante borgo della Vallagarina, famoso per il maestoso Castello di Sabbionara, una delle più antiche e suggestive fortezze del Trentino meridionale. Il castello, che domina la valle dall’alto di una collina, offre una vista spettacolare sui vigneti circostanti e sul corso dell’Adige. All’interno delle sue mura, i visitatori possono esplorare antiche sale affrescate, torri difensive e giardini segreti. Il castello ospita anche eventi culturali, concerti e rievocazioni storiche che animano la vita del borgo durante tutto l’anno.

I Borghi di Nomi e Volano

Nomi e Volano sono due piccoli borghi che conservano intatto il fascino delle antiche comunità rurali trentine. Nomi è noto per le sue chiese storiche, tra cui la Chiesa di San Biagio, con i suoi pregevoli affreschi. Volano, invece, offre ai visitatori la possibilità di esplorare la sua storica Pieve di Santa Maria, un gioiello dell’architettura romanica. Entrambi i borghi sono circondati da campi e vigneti, rendendoli ideali per passeggiate e escursioni nella natura.

Le Terme di Garniga

Per chi cerca relax e benessere, le Terme di Garniga, situate nelle vicinanze della Vallagarina, rappresentano una meta imperdibile. Questo centro termale è rinomato per le sue acque curative e i trattamenti a base di fieno, una tradizione locale che sfrutta le proprietà benefiche delle erbe alpine. Le terme offrono una vasta gamma di servizi, dai bagni termali ai massaggi, in un ambiente naturale di rara bellezza.

Il Monte Baldo: Un Paradiso per gli Amanti della Natura e dell’Avventura

Dominando l’orizzonte della Vallagarina, il Monte Baldo si erge maestoso, offrendo un paesaggio di rara bellezza che si estende tra il Lago di Garda e la Valle dell’Adige. Conosciuto come il Giardino d’Europa per la sua straordinaria varietà di flora e fauna, il Monte Baldo è una destinazione imperdibile per gli amanti della natura e dell’avventura. Le sue pendici offrono una vasta rete di sentieri escursionistici che si snodano attraverso prati fioriti, boschi di conifere e creste rocciose, regalando panorami mozzafiato a ogni passo. Inoltre, è un luogo privilegiato per il birdwatching, grazie alla presenza di numerose specie di uccelli rari. In inverno, il Monte Baldo si trasforma in una rinomata località sciistica, con piste adatte a tutti i livelli di abilità. Per chi preferisce un’esperienza più rilassante, la funivia di Malcesine, sul Lago di Garda, porta i visitatori in cima alla montagna, dove possono godere di viste spettacolari sul lago e sulla vallata sottostante. 

Vino, vino, vino…ma non solo!

Nella parte orientale del Parco Naturale del Monte Baldo, proprio dove si trova Avio (che, non a caso, è anche conosciuta come la Città del vino), si trova una zona che, grazie al clima mite influenzato dal vicino Lago di Garda, è il luogo ideale per la produzione di un vino storico: l’Enantio. Questo vino, noto anche come Lambrusco a foglia frastagliata, si distingue per il suo colore rosso rubino e il carattere fresco, asciutto e tannico. Una visita all’Azienda Agricola Bongiovanni Lorenzo e al Festival ‘Uva e Dintorni’, che si tiene il primo weekend di settembre, è altamente consigliata.

Oltre all’Enantio, la valle produce anche altri vini pregiati come Marzemino, Casetta e Moscato Giallo, influenzata dalla sempre maggior produzione di Trento DOC.

Accanto alla viticoltura, la Vallagarina è nota per la produzione di grappe e, recentemente, di birre artigianali. A Brancolino di Nogaredo, la storica Distilleria Marzadro offre visite guidate, degustazioni e laboratori che illustrano il processo di distillazione, combinando tradizione trentina e materie prime locali per creare prodotti unici apprezzati a livello mondiale.

Parole d’ordine in Vallgarina: sport e scoperta

La Vallagarina non è solo cultura ed enogastronomia, ma offre anche una vasta gamma di attività per famiglie, sportivi e per chi cerca relax. Gli amanti dell’avventura possono cimentarsi in percorsi di trekking, MTB, alpinismo, e nella via ferrata ‘Gerardo Sega’, che conduce a uno dei punti panoramici più suggestivi, sotto la cima del Monte Baldo, con una cascata di oltre 70 metri.

Per le famiglie, numerosi trekking di media-bassa difficoltà offrono esperienze indimenticabili, come il trekking di Cimana con gli alpaca. Se preferite un’esperienza ancora più tranquilla, l’APT di Rovereto offre un trekking urbano alla scoperta del ‘Chilometro delle meraviglie’, un percorso ricco di storia e cultura.

Per chi ha un debole per i prodotti caseari, infine, le Malghe di Broncola sono la meta ideale, dove scoprire la lavorazione del latte e gustare una merenda a base di formaggi. In alternativa, Malga Riodera offre un’esperienza unica con l’apiario, dove è possibile scoprire il mondo delle api e rilassarsi con l’Api-terapia e l’Api-sound.

Vallagarina Strategy

Per esplorare al meglio la Vallagarina, è fondamentale scegliere un punto strategico in cui alloggiare, e Rovereto è la scelta ideale. Da qui, ogni angolo della valle è facilmente raggiungibile. La città offre una vasta gamma di strutture ricettive, dagli hotel moderni e classici agli agriturismi immersi nella natura. Per chi ha un budget limitato o vuole una vacanza dinamica, l’Ostello di Rovereto, situato in pieno centro, offre comfort e la possibilità di esplorare le affascinanti vie del centro città all’imbrunire.

Con la sua offerta variegata di esperienze culturali, enogastronomiche e outdoor, la Vallagarina è una destinazione che soddisfa tutti i gusti, promettendo un soggiorno indimenticabile in una delle regioni più affascinanti del Trentino.

Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati