Fede

“Una preghiera vera per S. Francesco”

Manfredonia –  LA chiesa è nell’anima di ogni essere umano, è  l’anima che fa la vita ,con la sua grazia,correttezza,essere unico nel comportamento di ogni giorno.Questa è la vera fede – di chi porta sempre durante ogni momento dell’attimo, di uno spazio di tempo al secondo,dona il cuore,la cordialità alla gente,aiuta il prossimo ,fa sorridere chi piange dai un sollievo , per fare ripartire un ammalato dai suoi  dispiaceri e spossatezza.  Infatti San Francesco, era un esempio, lui,stava poco in chiesa semmai costruiva la sua chiesa – come povero 

muratore,girava tanto per il mondo ,perché il mondo era la sua “Chiesa Preferita” – quella che oggi è in crisi profonda .Francesco il povero tra i poveri…nella sua breve vita, ha dato un insegnamento tangibile – ma così forte da smuovere qualsiasi popolo. Oggi cosa sono i popoli…lui,San Francesco

ha vissuto appieno la terra ,calcando l’impronta della sua piccola statura ,ogni pezzo di città, anche se la sua anima era da gigante.Oggi troviamo dappertutto le tracce delle orme dei sui piedi su ogni rigo di mani e rami terrestri .

Di Claudio Castriotta 

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button