Storia

Quando Siponto era meravigliosa

Siponto .Beati sono stati coloro che hanno vissuto quegli anni di grande dignità. Oggi – ci aggrappiamo – alla discordanza , al cattivo esempio dei nostri antenati, come siamo stati ad imbruttire tutto…a distanza di anni, sia Siponto che Manfredonia – hanno perso tanti pezzi di storia e di angolo della città ; a Manfredonia ha subito un’ involuzione.

L’odierna civiltà va con i suoi passi all’indietro, verso un luogo sbagliato. Indietro come il famoso granchio di scoglio o di spiaggia, crostaceo dal colore verde; che spesso è possibile trovare sul bagnasciuga dei litoranei di Siponto e di Manfredonia… che sono chiamati i “Patosche”. Cerchiamo di essere fieri dei nostri due luoghi , anche se è uno solo – come un’anima sola come un’unima… che abbiamo nel cuore, coperto di sale, per la nostra lunga radice millenaria; ancora da difendere nel bene…stiamo lontani dal male.

di Claudio Castriotta

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button