Food

Prime pettole ed incenso di mandarini

Manfredonia – IERI ho ricordato quando la mattina, perchè ho visto ne negozi di fornai le prime e profumate pettole . Mi viene in mente che avveniva appena sveglio, potevo entrare nella sua stanza e vedere tanta pasta, in grandi pentoloni. Mia madre cominciava dall’alba a friggere le “Pettole”, con le mani piene di farina e la pasta bagnata nell’olio.

Dalla finestra si vedeva un po’ di nebbia, il mare era calmo, il paese in silenzio ma sveglio. Ricordo come questo evento.

Continuavo a fissare le barche dei pescatori dalla mia casa del Villaggio Marinaro. Nell’aria il suono della campana che proveniva dalla “Chiesa di Sant’Andrea”. I mandarini nel cesto della frutta avevano l’odore dell’incenso, il cuore libero in una raffigurazione di cielo raccoglievo tra il vapore delle stanza – commosso di lacrime. Questa era la mia terra ed è la mia terra. 

Di Claudio Castriotta 

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Controlla anche
Close
Back to top button