NaturaPeschici

Peschici, avvistata foca monaca

Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Matteo Gentile
Promo Manfredi Ricevimenti

Peschici, avvistata foca monaca

Una foca monaca è stata avvistata poco fa all’imbocco del porto di Peschici, sul Gargano. E’ il secondo avvistamento in poco meno di un anno: nel maggio del 2023, un altro esemplare (lo stesso?) venne individuato nelle acque antistanti il litorale di Lesina Marina, sempre sul promontorio garganico.

L’ultimo avvistamento di foche monache alle Tremiti risale alla fine degli anni ’50, inizi anni ’60. Resta a testimonianza della sua presenza la Grotta del Bue marino sull’Isola di San Domino.

La foca monaca mediterranea (Monachus monachus, Hermann 1779) è il mammifero marino a maggior rischio di estinzione d’Europa (Johnson e Lavigne, 1998).

La sua antica distribuzione comprendeva il Mar Mediterraneo, il Mar Nero e le coste del bacino Atlantico Orientale, dalle Azzorre al Gambia. Dall’epoca romana ai tempi recenti la specie è stata cacciata fino a ridurne fortemente sia la consistenza numerica che la distribuzione.

Attualmente la popolazione di foca monaca conta al massimo di 500-600 esemplari, concentrati nei principali siti riproduttivi noti con due genotipi: uno nell’Atlantico e uno nel Mediterraneo.

Riserva Marina Isole Tremiti

IL VIDEO DELL’AVVISTAMENTO DELLA FOCA MONACA A PESCHICI

L’avvistamento del maggio 2023

“Straordinario avvistamento di Foca Monaca nelle acque costiere prospicienti la laguna di Lesina grazie all’attenzione di Matteo, pescatore di Lesina e dei suoi amici. La presenza di foca monaca attesta il ritorno e la ripresa della popolazione in tutta l’area mediterranea tanto che la IUCN ha riclassificato la specie da “estinta “ a “in via di estinzione “.

Promo Manfredi Ricevimenti
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo Manfredi Ricevimenti
Domenico La Marca

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati