Orecchie a sventola: cosa fare quando diventa un problema serio?

Il problema delle orecchie a sventola è un difetto che si riesce a nascondere con una certa difficoltà. E se per le donne è un po’ meno complicato, perché vengono in aiuto i capelli, per gli uomini è decisamente impossibile correre ai ripari.  Le orecchie possono essere celate solo grazie ad una folta chioma pettinata ad hoc per coprirle, ma in ogni caso si tratta di un sistema che richiede una certa dose di costanza e pazienza in tutti gli ambiti della vita quotidiana: dalla scuola all’università, dal lavoro alla vita sociale. Tuttavia, molto spesso, un look studiato per nascondere questo tipo di difetti impedisce la naturalezza dei movimenti e costringe ad una certa monotonia.
In questi casi, soprattutto quando il problema rischia di inficiare sulla vita sociale, sulle relazioni con il partner e con i coetanei, fino a diventare un vero e proprio disagio psicologico, ricorrere alla chirurgia estetica può rappresentare una soluzione definitiva al problema, perché consente di modellare il proprio viso rendendolo più armonioso, senza stravolgere la sua natura. In questo modo, è possibile evitare che un difetto estetico possa diventare un vero e proprio incubo psicologico.
Non a caso, proprio per questa ragione, negli ultimi anni, molti adolescenti e giovani si sottopongono – previo consulto medico – ad interventi di chirurgia plastica per le orecchie a sventola. Il motivo? Permettere loro di accettarsi, di trovare un equilibrio e un’armonia con la propria immagine.
L’intervento di chirurgia estetica per le orecchie a sventola è una delle operazioni più semplici e meno invasive, per questo è possibile effettuarlo tranquillamente anche sui bambini. Il tutto avviene in anestesia locale, unita ad una leggera sedazione, perché solitamente l’intervento avviene tramite l’utilizzo del laser. Le incisioni vengono praticate dietro l’orecchio, e nello specifico nella piega retroauricolare, pertanto le cicatrici scaturite dall’sito dell’operazione saranno e invisibili. L’intervento dura circa 20 minuti, dopo tale periodo viene effettuata una medicazione attraverso l’applicazione di un cerotto chirurgico e un bendaggio elastico, che servirà a proteggere le orecchie nei giorni seguenti all’operazione. Per contrastare il leggero dolore e il fastidio post-operatorio, basterà assumere gli antidolorifici prescritti dal medico.
Naturalmente, è opportuno rivolgersi ad un medico specialista in medicina e chirurgia estetica, in grado di valutare la situazione del paziente e suggerire la soluzione migliore.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*