Marzo “pazzerello”: le previsioni meteo non sorridono agli amanti della mitezza e del sole

Dopo un inverno ricco di giornate soleggiate e miti, con l’arrivo della primavera meteorologica partono le giornate instabili ed, in alcuni casi, anche fredde.

Dopo la giornata di oggi, giovedì potrebbe tornare di nuovo la pioggia in Adriatico, ma le sorprese sono sul lungo periodo, come testimoniano le cartine elaborate questa mattina dal team di MeteoLive.it.

“Per tutta la prima decade del mese sono previsti affondi perturbati dal nord Atlantico con un contributo di aria artica dapprima marittima, poi forse anche di tipo continentale.

In pratica tutto il Mediterraneo ne verrà “turbato” con precipitazioni frequenti, approfondimento di minimi depressionari e nevicate sui rilievi. L’alta pressione non solo non dovrebbe più riuscire a spingersi sul Mediterraneo centrale, ma sarebbe destinata ad indebolirsi ulteriormente.

La sorpresa però, che NON ci viene data da una corsa estrema del modello, bensì dalla media degli scenari, arriva dall’evoluzione prevista all’inizio della seconda decade, che prevede la formazione di un anticiclone sulla regione scandinava e l’Italia nuovamente raggiunta da correnti fredde di estrazione artica continentale o addirittura polare continentale, cioè in arrivo dal nord-est del Continente.”

Detto così, quindi, scordiamoci la primavera fatta di belle giornate assolate per almeno 10-12 giorni, secondo gli esperti di MeteoLive.it.


TAG


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*