Storia

Il sole scotta a… Manfredonia

Gelsomino Ceramiche
Casa di Cura San Michele
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano

‘Il sole scotta a Cipro’ è un film inglese girato a Manfredonia nel 1964. Durante le riprese, tra curiosità e stupore, la città per un po’ divenne l’isola di Cipro. Il film di Ralph Thomas, con Susan Strasberg, Dirk Bogarde, George Chakiris e Colin Campbell è ambientato nel 1957 e racconta le traversie di una ragazza americana che, ospite sull’isola per motivi di studio, un giorno divenne testimone di un atto terroristico.

La pellicola rappresenta un affascinante documento storico poiché permette di sbirciare con un pizzico di nostalgia nelle strade, nei vicoli e negli angoli di una città ormai in gran parte trasformata. Inoltre, vi presero parte tante comparse di Manfredonia che possiamo rivedere incastonate in una città ferma nel tempo.

Ho salvato dei fotogrammi dalla pellicola (e recuperato sul web alcuni scatti del set) per provare a portare indietro insieme le lancette dell’orologio. E voi riconoscete i volti e i vicoli di quasi 60 anni fa?

Maria Teresa Valente
(articolo del 28 giugno 2021)

Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano

Maria Teresa Valente

Giornalista pubblicista dal 2000 ed impiegata, esercita anche l’attività di mamma full time di due splendidi e vivacissimi bambini: Vanessa e Domenico. È nata e cresciuta a Manfredonia (FG), sulle rive dell’omonimo Golfo, nelle cui acque intinge quotidianamente la sua penna ed i suoi pensieri. Collabora con diverse testate ed ha diretto vari giornali di Capitanata, tra cui, per 10 anni, Manfredonia.net, il primo quotidiano on line del nord della Puglia. Laureata in Lettere Moderne con una tesi sull’immigrazione, ha conseguito un master in Comunicazione Politica ed è appassionata di storia. Per nove anni è stata responsabile dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Manfredonia. Ancora indecisa se un giorno vorrebbe rinascere nei panni di Oriana Fallaci o in quelli di Monica Bellucci, nel frattempo indossa con piacere i suoi comodissimi jeans, sorseggiando caffè nero bollente davanti alla tastiera, mentre scrive accompagnata dalla favolosa musica degli anni ‘70 e ‘80.

Articoli correlati