Il Manfredonia C5 vince il derby a Barletta

Vittoria  meritata della Sim C5 Manfredonia, che con una prestazione molto buona e un secondo tempo pressochè perfetto, espugna il PalaDisfida e batte 0-4 il Barletta C5, nella seconda giornata di ritorno del campionato nazionale di calcio a 5, serie A2, gir. C.

Quintetti iniziali con FilòBelucoTirapoMaldonado,Chiariello per i biancorossi. LupinellaGakuCroccoRamirezRiondino per gli ospiti. Avvio equilibrato tra le due compagini, con i primi tentativi di Riondino e Chiariello. Il primo fa la barba al palo con un diagonale, mentre il barlettano si vede respingere il tiro da Lupinella rimasto in piedi. Riondino è in giornata e al 4’58” e sblocca la gara. Il numero 10 bianco-celeste sfrutta una corta respinta di Filò e mette dentro il vantaggio dauno. Passano solo dieci secondi e la Sim C5 Manfredonia va vicinissima al raddoppio, con Gaku che pesca ottimamente Crocco, il cui piazzato da ottima posizione è fuori bersaglio. Il nipponico ha davvero un buon approccio di gara e rintuzza in fase di non possesso le possibilità di Beluco e Ortiz. Al 8′ è uno spunto di Martinez ad imbeccare La Torre, ma il tap in del pivot sipontino è respinto da Filò. I locali ci provano nuovamente con una puntata di Ortiz che scalda le mani di Lupinella in volo plastico. L’occasione ghiotta del pari capita a Tirapo, che sciupa, scegliendo la potenza alla precisione. Il match è correttissimo e all’insegna del fair play, tanto è vero che il primo fallo si registra al 16′. Finale di frazione tutto di marca biancorossa. Martinez perde una palla sanguinosa e permette a Filannino di involarsi tutto solo davanti alla porta, ma il numero 4 del Barletta centra Lupinella. Passano solo 15 secondi e lo stesso Filannino, dopo un bel movimento sul piede perno, scaglia un preciso fendente che timbra il montante. Nel minuto finale prima dell’intervallo, i locali rubano nuovamente palla con Maldonado, ma lo stesso si lascia ipnotizzare dal capitano della Sim C5 Manfredonia, che dice ancora di no, mandando tutti al riposo sul parziale di 0a1. La ripresa parte con l’avvio veemente dei garganici. Dopo soli 33 secondi è Gaku a raddoppiare. Il giapponese con un chirurgico diagonale da posizione decentrata fa secco Filò e porta i suoi sul duplice vantaggio. Passa solo un minuto e la Sim C5 Manfredonia triplica. Perfetta combinazione tra Gaku– Crocco e Martinez, che sotto misura, di giustezza, insacca. Dazzaro tenta il tutto per tutto, avanzando il suo estremo come quinto di movimento ma la retroguardia sipontina si difende con ordine e senza patemi. Nella fase centrale di frazione, unici sussulti, una grande percussione di La Torre, che trova le mani del portiere sulla battuta a rete e poi la chance per Severino, la cui conclusione viene deviata in angolo. Al 12’28” la Sim C5 Manfredonia chiude di fatto l’incontro. Riondino ruba palla, scarta l’estremo brasiliano e mette dentro in precario equilibrio, realizzando la sua personale doppietta. La pressione efficace e la fase difensiva ineccepibile degli uomini di Monsignori non permette la reazione dei locali e fa scorrere il cronometro. L’ultima occasione,anzi, è di Martinez, con una bella voleè che centra la traversa e sfiora la quinta rete. Finisce 0a4 per la squadra sipontina. Il sodalizio manfredoniano allunga a 8 la striscia di risultati utili consecutivi e sale a quota a 23 punti in classifica, aggiudicandosi un derby molto importante in chiave salvezza. I bianco-celeste torneranno in campo, sabato 25 gennaio, con la quarta trasferta consecutiva in quel di Rutigliano.

Tabellini:Barletta C5: Prezioso, Beluco, Ortiz, Filannino, Chiariello, Severino,Dilillo, Ciliberti, Benitez, Tirapo, Maldonado, Filò. All. Dazzaro

Sim C5 Manfredonia: Lupinella, La Torre, Spano, Genchi, Riondino, Miyazaki, Soloperto, Aguilera, Martinez, Crocco, Murgo. All. Monsignori

Reti: 4’58” Riondino, st 0.33″ Gaku, 1’33″Martinez, 12’28” Riondino

Arbitro 1 : sig. Agostinelli sez. Bari  Arbitro 2: sig. Carone sez. Bari  Crono: De Candia sez. Molfetta

Area comunicazione Sim C5 Manfredonia Antonio Monaco




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*