Scuola

Il Family Day al fianco dei genitori dell’Istituto Giordani De Sanctis

A Manfredonia i genitori scendono in campo per contrastare le derive ideologiche LGBT che hanno visto la luce all’interno dell’Istituto comprensivo “Giordani de Santis” che con una delibera interna del 10/10 2022 ha introdotto all’interno della propria scuola la carriera alias.

La carriera alias è una procedura non prevista dalla legge né autorizzata dalle autorità competenti, che consente ai minori di far sostituire il proprio nome con un nome di elezione sui documenti scolastici e sui registri, senza necessità di allegare alla domanda documentazione medica o psicologica.

La scelta educativa che emerge con la carriera alias non tiene conto del fatto che le fragilità proprie di ogni adolescente durante il processo di crescita identitaria, potrebbero ingenerare un gravissimo danno soprattutto in capo a quei ragazzi che, socialmente indotti dalla idea legittimata e confermata dalla carriera alias, attraversino una fase di crisi identitaria e di momenti di particolare fragilità psico affettiva.

Ed è per questo motivo che i genitori preoccupati per i danni che tale iniziativa potrebbe avere sulla salute psico-fisica dei propri figli hanno avviato una raccolta di firme contro la decisione del suddetto istituto di introdurre al proprio interno la carriera alias.

Nella petizione chiedono a gran voce che si provveda alla immediata revoca della delibera richiamata, e che per il futuro, sia garantito il sacrosanto diritto delle famiglie di essere previamente informate quando si devono prendere decisioni su argomenti che possano avere un riflesso diretto ed indiretto sulla sfera affettiva dei propri figli.

I promotori dell’iniziativa ricordano altresì che il Dirigente scolastico dell’istituto “Giordani  de Santis” ha il dovere di astenersi dall’introdurre nelle scuole insegnamenti o procedure contrarie alla normativa in materia scolastica. Ed a tal proposito ricorda che il MIUR, con la circolare n. 1972/2015, ha ribadito che non rientra tra le finalità dell’insegnamento scolastico “promuovere pensieri o azioni ispirati ad ideologie di qualsivoglia natura”, affermando chiaramente che “tra i diritti e i doveri e tra le conoscenze da trasmettere non rientrano in nessun modo né l’ideologia gender né l’insegnamento di pratiche estranee al mondo educativo”.

Ma i genitori dell’Istituto “Giordani de Santis” non sono intenzionati a fermarsi alla petizione e non sono soli.L’associazione Family Day che da anni si batte in tutta Italia per difendere i diritti della famiglia in tema di educazione, qualora l’Istituto non intendesse concedersi una pausa di riflessione, si prepara ad affiancare i genitori nella tutela dei propri diritti anche attraverso le vie legali.

Maria Clemente e Giovanni Corvino

Referenti locali del Family Day

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button