Poesie

Ho vissuto sul Molo

Sul Molo correvo lungo il muro
quando l’inverno era davvero duro,
come un pane freddo nella mano,
come un cappotto un po’ corto,
tra la luce del Faro illuminato
e un gabbiano che mi girava intorno,
tra la presenza del mare mosso
e il rientro della flotta navale nel porto,
pescatori infreddoliti con i secchi sotto il braccio,
mentre il pomeriggio uccideva il tempo
in un pugno di cielo ancora chiaro,
con la scia del mormorio che scemava piano.


Di Claudio Castriotta 

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati

Back to top button