fbpx
Medicina

Forum Mediterraneo su Piano Nazionale Ripresa e Resilienza – Sanità del Sud: tra i relatori il manfredoniano dott. Ciro Pio Cunto

5° Forum Mediterraneo: Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – opportunità di cambiamento della Sanità del Sud.


l PNRR dedica la Missione 6 alla Salute. In questo punto il Piano elenca i problemi resi ancora più evidenti dalla pandemia Covid-19 ed evidenzia l’importanza delle tecnologie, delle competenze – digitali, professionali e manageriali – per rivedere i processi di cura e per ottenere un più efficace collegamento tra ricerca, analisi dei dati, la programmazione.

La missione prevede un finanziamento di 19,7 miliardi e si articola in due componenti:* Reti di prossimità, strutture intermedie e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale* Innovazione, ricerca e digitalizzazione del servizio sanitario nazionale.


Il mezzogiorno quindi potrà essere una “officina” per promuovere una riforma del sistema verso un “welfare di comunità”, capace di attivare e valorizzare tutte le risorse ed energie della società civile (Comuni, Terzo Settore, Reti di prossimità e di mutuo aiuto, Associazioni dei cittadini, Imprese private) nell’ottica della sussidiarietà circolare in attuazione dell’articolo 118 della Costituzione.


Il Forum Mediterraneo 2021 è stato un incubatore di idee, proposte, spunti e progetti per offrire un confronto con le altre Regioni e per mettere a disposizione delle Istituzioni materiale utile per il sistema salute e sociale capace davvero di essere vicino ai bisogni della persona.


L’’AIFI Sezione Territoriale Puglia ha partecipato al Tavolo di Lavoro “Distretto e Case di Comunità” in data 7 ottobre presso Villa Romanazzi Carducci a Bari, con il Consigliere Dott. Ciro Pio Cunto promuovendo le nuove prospettive del Fisioterapia di Comunità.


La Fisioterapia di Comunità diviene allora parte integrante del team multiprofessionale delle cure primarie, in ambito distrettuale, a rafforzamento delle più recenti linee guida sulla sanità territoriale.

Ben definiti sono anche i compiti affidati al professionista; la Fisioterapia di Comunità sarà chiamata ad identificare e adottare le migliori strategie per la prevenzione, valutazione, recupero, abilitazione e palliazione, nonché con l’obiettivo generale di contribuire a migliorare la qualità di vita dell’individuo e dei suoi familiari o del suo caregiver: un dettaglio di responsabilità in tema di prevenzione, educazione e recupero, sia quale singolo professionista che in team.Si tratta di un obiettivo ambizioso per la professione che arricchisce anche il ventaglio delle opportunità per i giovani studenti che, proprio in questi giorni, avviano il loro percorso formativo nei corsi di laurea.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button