Ricette ContorniRicette-AntipastiTODOFOOD.it

Focaccia Barese un must per i pugliesi, apprezzata in tutto il mondo

Un must per i pugliesi è proprio quello della focaccia barese, ma quante volte ci è capitato di avvertire questo desiderio, ma si è comodi sul divano di casa e non tra le strade di Bari vecchia?

Ecco in nostro soccorso arriva questa ricetta semplice e veloce. Tante sono le versioni che si possono trovare in rete, questa è realizzata con la classica patata lessa ed utilizzando il lievito di birra.

Potrete preparla utilizzando il vostro robot da cucina, Bimby o semplicemente impastando a mano. 

Pronti per iniziare? Bontà garantita

FONTE ADOBE STOCK

INGREDIENTI

350 g farina 0

250 g semola rimacinata

340 ml acqua

12 g lievito di birra

5 g zucchero

1 patata lessa

1 cucchiaio di sale

800 g pomodori

10 olive

Q.b. origano

Q.b. olio

PROCEDIMENTO

Per preparare la focaccia barese partiamo sciogliendo il lievito con lo zucchero ed una parte dell’acqua presa dal totale.

In una ciotola uniamo la farina 0 con la semola ed aggiungiamo la patata già lessata e schiacciata con una forchetta. Versiamo nella ciotola anche il lievitino preparato poco prima. Mescoliamo il tutto per circa 5 minuti, aggiungendo poco alla volta l’acqua all’impasto. Il risultato dovrà essere un impasto morbido e ben umido.

Aggiungiamo il sale ed impastiamo per altri 10 minuti.

Quando l’impasto sarà incordato perfettamente lo spostiamo in una ciotola ben oliata e lo facciamo lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore) 

Riprendiamo l’impasto e lo dividiamo in due panetti e lo stendiamo con le mani all’interno di due teglie oliate con 2 cucchiai d’olio ciascuna. Sistemiamo sulla focaccia i pomodori tagliati e le olive.

FONTE ADOBE STOCK

Facciamo lievitare ancora gli impasti coperti da un canovaccio per altri 30 minuti. 

Inforniamo in forno statico già caldo a 250 gradi per circa 30 minuti.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button