Attualità Capitanata

Da domani torna il traghetto per le Tremiti, Castriotta: “Finalmente!”

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Calici di Puglia
Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele

Manfredonia – TORNERÀ  FINALMENTE  A SIMBOLEGGIARE – dopo tanto anni  nell’area del porto. Ricordo la mattina il suono che arrivava acuto dal Molo di Ponente.

Era estate, la motonave partiva dal posto riservatagli dalla Capitaneria per recarsi nelle Isole Tremiti con il suo tragitto giornaliero a portare viveri e turisti dall’altra parte del mare.

ERA ANCHE NOTA COME LA CHIATTA La chiatta, con il termine d’allora, ha rappresentato molto per un paese fiero del suo mezzo di collegamento. Un collegamento doveroso per una città volonterosa di rappresentare la ‘Porta del Gargano’.

È STATA per anni scomparsa per l’ennesima beffa derivante anche da incapacità politiche. Intanto, una luna storta guarda indispettita Manfredonia a causa della nostra indifferenza e ineleganza. Voglio sapere perché? nessuno si interessava a tutto questo – perche’ mai nessuno si è interessato – a tutto ciò…sono saliti e scesi tanti sindaci de quel “Palazzo San  Domenico” – mai nessuno è intervenuto non è giusto – tutto é assurdo – rappresentiamo a livello geografico – l’importanza assoluta del mistico e fantastico Gargano… quello che mi preoccupa è  – francamente mi fa riflettere e paura, tutti stanno zitti – non interessa … dobbiamo addirittura andare a Termoli…ma se noi abbiamo sempre rappresentato la storia – Ora per noi sipontini è morta e sepolta; da quando la motonave sipontina – per le Tremiti – fu demolita nel Cantiere Navale ad Aliaga Turchia.

MA DOPO TANTI ARTICOLI CHE HO SCRITTO – ORA FINALMENTE LA STRAORDINARIA NOTIZIA CHE DOMANI – tornerà a simboleggiare il Molo di Ponente.

Articolo di Claudio Castriotta 

Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Calici di Puglia
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati