Attualità ManfredoniaManfredoniaStoria

Castriotta: “Lido la Sirenetta: una storia che mi ricorda gli anni ottanta e che mi piglia in fondo all’anima”

Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Calici di Puglia
Promo Manfredi Ricevimenti
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Casa di Cura San Michele

Castriotta: “Lido la Sirenetta: una storia che mi ricorda gli anni ottanta e che mi piglia in fondo all’anima”

Manfredonia – LIDO LA SIRENETTA – ERA IL PROFUMO INEBRIANTE DEI PINI Marittimi, il divertimento più puro, il posto del terrazzo sul mare, del Jukebox – con le canzoni estive ricordo una famosa di Umberto Tozzi, gettonata e si rideva con gli amici – tra i villeggianti che facevano un rumore assordante,ma divertiti – del guardare e sognare la pace dell’estate – tra le cabine messe in fila e la sabbia.

Santa terra del Lungomare Miramare ,vento dell’ umidità fissa – bagni favolosi ,acque straordinarie, passeggiate di sera con la mente libera ,in una storia che mi ricorda e che mi piglia in fondo all’anima.


Articolo di Claudio Castriotta 

Casa di Cura San Michele
Promo Manfredi Ricevimenti
Calici di Puglia
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati