“Ago” Sibillo cittadino onorario di Vajont

È stata una giornata particolarmente impegnativa, quella vissuta ieri da Agostino Sibillo, “Ago” come ama farsi chiamare confidenzialmente da chiunque lo incontri, a testimonianza della sua semplicità. L’inventore italo-americano, classe 1972, originario di Manfredonia, in Puglia, ma ormai trapiantato a Los Angeles dove vive, lavora ed è conosciuto al pari di una star hollywoodiana, dopo avere tenuto un convegno con gli studenti a Spilimbergo, si è spostato a Vajont, dove ha avuto luogo un altro importante momento della sua visita in Friuli: il conferimento della cittadinanza onoraria del Comune.

«Pur essendo nato negli anni Settanta, ho vivo il ricordo di quando i miei genitori mi raccontavano dell’orrenda tragedia del 1963 e di quanto sia costata a Vajont in termini di vite umane. Ancora oggi, a distanza di anni, vengo pervaso da un profondo senso di dolore ed angoscia. Per anni, crescendo, mi sono chiesto quanto difficile doveva essere stata la vita di quelle persone che in una sola notte persero tutto», scrive Sibillo, ricordando come «quella notte strappò le vite di 1.917 persone e condannò al dolore eterno tutti gli altri che in modo esemplare ed eroico dovettero andare avanti e ricostruire Vajont».

articolo completo: http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2015/11/16/news/sibillo-e-diventato-cittadino-di-vajont-1.12450425




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*