fbpx
Viaggi

Aeroporto Gino Lisa: la risposta di Emiliano ai foggiani

L’aeroporto Gino Lisa rimane ancora un grande mistero, nonostante i lavori di avvio e la grande e attesa ripartenza esistono ancora degli equivoci da chiarire e un importante interessamento della regione che tarda ad arrivare.

Dopo che alcune settimane fa il presidente della regione Michele Emiliano si era espresso, forse affrettatamente e troppo duramente, sull’inefficienza operativa dell’aeroporto si erano alzati diversi clamori. Si temeva che stesse venendo meno l’interesse regionale per la riapertura e la messa in atto dei lavori.

Tornato in capitanata il Governatore della Puglia fa chiarezza sull’aeroporto foggiano e sugli interessi di tutto il territorio dichiarando

Sul Gino Lisa c’è un equivoco gigantesco. L’altra volta ho semplicemente evidenziato quelle che sono le regole di gestione degli aeroporti, ovvero che bisogna trovare delle compagnie private che abbiano un utile per avviare i voli. Quello che la Regione cercherà di fare al più presto è un grande piano turistico destagionalizzato per avere sul Gargano e sui Monti Dauni, ma anche nella stessa città di Foggia, quella attrattività che va oltre il mare e la natura. E siccome è un nervo scoperto quello dei foggiani, evidentemente la verità che ho detto sullo scalo da uno ha un po’ colpito.

L’unica certezza oggi è che dopo 40 anni Foggia ha una pista e un aeroporto degno di questo nome che può ospitare qualunque volo. Tutto questo è merito solo della mia amministrazione, mia e del vicepresidente Raffaele Piemontese. Ora con le imprese e gli imprenditori turistici della Capitanata dobbiamo costruire il successo dell’aeroporto con la massima determinazione.”

Quasi una smentita delle precedenti dichiarazioni quelle del Governatore Emiliano che arrivano dopo l’impegno attivo del comitato Vola Gino Lisa.

Con una mossa strategica, infatti, il Comitato ha chiamato in causa tutti i cittadini che vogliono fortemente la ripartenza di questo aeroporto per ridare spinta al turismo locale, per il lavoro e anche perché non bisogna lasciar decadere l’impegno per un aeroporto storico.

Quello che ha fatto è stato creare un sito di prenotazioni online dove chiunque potesse comprare in maniera virtuale un proprio biglietto, questo per dimostrare che i cittadini sarebbero pronti a volare verso nuove destinazioni proprio dal Gino Lisa e che l’aeroporto è indispensabile.

Il sito simulava voli per diciassette nuove destinazioni: quelle estere sono Amsterdam, Barcellona, Berlino, Budapest, Copenaghen, Francoforte, Lisbona, Londra, Parigi e Valencia mentre le mete in Italia sono Firenze, Napoli, Milano, Palermo, Roma, Torino e Treviso.

Il risultato è stato sorprendente: in meno di 48 ore con la mobilitazione digitale sono stati “venduti” oltre 69 mila biglietti, un aiuto concreto e decisivo per rimettere in piedi le trattative sul futuro di questo aeroporto. E si parla del fatto che diversi foggiani hanno poi anche provato a contattare Ryanair per capire se fosse già possibile acquistare dei biglietti reali da una delle migliori compagnie low cost.

“Ma sicuramente indicativo del potenziale bacino di utenza dello scalo foggiano – chiarisce Rosa Menga – Se il biglietto è solo virtuale, le testimonianze sul perché volare dal Gino Lisa provengono, invece, da persone reali che effettivamente utilizzerebbero il nostro aeroporto” è il commento di Rosa Menga, parlamentare foggiana.

In questo modo, se ancora ce ne fosse il bisogno, la Capitanata impegnata nel ripristino dei voli di questo aeroporto fermo ormai da anni vuole dimostrare che il Gino Lisa avrebbe i numeri per attrarre non solo il turismo ma anche la potenza di fuoco per far ripartire alla grande i viaggi dei cittadini italiani.

Con il nuovo atto dimostrativo e con le nuove parole del Presidente della Puglia Michele Emiliano si spera che ci si possa di nuovo sedere al tavolo delle trattative e che gli impegni presi dallo Stato e dalla politica Regionale possano far ripartire gli aiuti per rimettere non solo in sicurezza l’aeroporto ma anche per aprire nuove piste e per attrarre diverse compagnie low cost come Ryanair ed easyJet.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button