fbpx
Attualità

Vaccini a parenti e amici, otto ‘furbetti’ indagati a Foggia

Avrebbero somministrato vaccini anti covid a parenti e amici che non ne avevano diritto nella prima fase della campagna di immunizzazione contro il virus, quando il farmaco era destinato, in via prioritaria, al personale sanitario e agli ospitati nelle Rsa e Rssa. Per questo, otto persone, tra cui medici e infermieri in servizio in un hub del Gargano, sono indagate dalla procura di Foggia per concorso in peculato.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button