fbpx
Giovani

Una “scuola” della Protezione civile per i bambini e i ragazzi della provincia di Foggia

Una “scuola” della Protezione civile per i bambini e i ragazzi della provincia di Foggia negli spazi dell’attuale Caserma dei Vigili del Fuoco di Piazza Fraticelli.

È l’idea che il consigliere comunale del Partito Democratico, Francesco De Vito, lancia alla città e alla Provincia di Foggia, ente proprietario degli edifici e dell’area dove da dove sta smobilitando il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

“Con il completamento delle operazioni di trasferimento nella nuova caserma di via Napoli e l’allestimento della nuova sala operativa – chiarisce De Vito – lo storico polo di Piazza Fraticelli diventerebbe strategico in termini di risposta di intervento nel centro urbano e solleciterebbe, perciò, l’impiego di ulteriori 28 unità”.

“Ma – ed è questa la proposta più originale del consigliere Dem, anch’egli vigile del fuoco – l’area potrebbe diventare cuore pulsante della protezione civile, con la destinazione dei locali di Piazza Fraticelli alle associazioni foggiane, che potrebbero anche occuparsi della diffusione di una cultura della protezione civile a 360 gradi, sostenendo azioni di conoscenza e informazione delle diverse tipologie di rischio, di educazione a comportamenti tesi al rispetto del territorio e dell’ambiente, di acquisizione fin da giovanissimi delle regole di comportamento in grado di prevenire o mitigare gli effetti dei vari tipi di rischio”.

“In forza delle sue consolidate esperienze in materia di ambiente e assetto del territorio – conclude De Vito – la Provincia potrebbe cogliere l’occasione per valorizzare un’area fortemente urbanizzata, con un allestimento tematico integrato da un piccolo polmone verde”.


Ufficio stampa
Unione provinciale Partito Democratico Foggia

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button