Natura

Un rarissimo “Polpo seppia” spunta in Salento

Un rarissimo esemplare di polpo seppia è spuntato nelle acque pugliesi secondo quanto riporta il quotidiano di puglia.

L’avvistamento ad opera di Alessandro Tunno a Punta Pizzo, tra Gallipoli Taviano

È una specie rara a cui i biologi marini davano la caccia – in senso scientifico – da 40 anni per poterne analizzare le caratteristiche morfologiche e genetiche. E il suo studio parte dalla collaborazione con i comuni cittadini che l’hanno segnalata con un video e hanno portato l’animale agli studiosi una volta trovato spiaggiato: un vero esempio di citizen science.

Il Tremoctopus violaceus 🦑🐙 è un cefalopode, a metà tra la seppia e il polpo e tra i 5 e 10 centimetri di dimensione, ritrovato di recente a Torre Canne con un esemplare e in Sardegna con altri due.

Da poco è diventato oggetto di un articolo scientifico sulla rivista internazionale Mdpi, grazie a una collaborazione tra l’istituto Coispa tecnologia e ricerca – Stazione sperimentale per lo studio delle risorse del mare di Bari e l’università di Cagliari.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button