Sport Italia

Un girone di andata equilibrato

UN GIRONE DI ANDATA EQUILIBRATO

Domenica scorsa abbiamo celebrato la XII giornata del torneo di Eccellenza, girone A, ed anche questa settimana le sorprese non sono mancate.

In Primis: il Bisceglie nerostellato ha vinto contro i compaesani dell’UC, ma ha subito due reti che hanno minato il primato dell’ottimo Tarolli. Praticamente il doppio subiti in tutto il campionato

In Secundis: il Corato ha toppato contro la Polimnia, dimostrando di non essere costante nella sequenza dei risultati e quindi del gioco.

In Terzis: il Manfredonia ha affrontato un’altra battaglia in quel di Stornara contro una formazione che ha giocato al limite delle proprie forze, mettendo a tratti in difficoltà i Delfini. I nostri hanno dimostrato di essere comunque uno “squadrone” ben organizzato. Se sono organizzati e compatti e soprattutto lucidi mentalmente non ce né per nessuno. I sipontini hanno sfiorato il 3 a 2 con un repentino salvataggio sulla linea con una rovesciata da parte di un difensore dei Real Siti. Turritto nel primo tempo si è mangiato un gol già segnato sul taccuino. L’arbitro non ha concesso due rigore, di cui il primo a favore dei nostri avrebbe potuto cambiare la partita e creare meno nervosismo in campo. Ottimo il numero 6 locale, Bayo Sarr.

Il Manfredonia trovato un novello fromboliere, un eccellente ispiratore della manovra in avanti, e cioè quel Diego Quitadamo da Monte Sant’Angelo, che ha imbeccato con assist repentini i suoi compagni. Crediamo che d’ora in poi per De Candia sarà difficile farne a meno. Biason è invece il registra arretrato il punto di riferimento della squadra per impostare la manovra; un leader in campo e fuori, il cervello sebbene in posizione non certo offensiva degli undici biancoazzurri.

Purtroppo se Morra fosse nelle condizioni dello scorso anno a Barletta, sicuramente avremmo qualche punto in più. Il centravanti cerignolano appare a volte estraneo alla manovra, ed un peccato evidenziare che tanta qualità non trova sbocco.

La rosa del Manfredonia è ampia, ma per combattere su due fronti (Coppa Italia e Campionato), il patron Di Benedetto dovrà fare qualche altro sacrificio. De Candia a Stornara non ha potuto schierare D’Angelo e Zaldùa i due nuovi acquisti perché non li conosceva appieno. Ora a Trani in allenamento avrà alcune soluzioni in più per provare gli schemi contro un Canosa che non vuol certo sfigurare contro una diretta pretendente al trono del girone.

Sperare di risolvere il problema del Miramare almeno per Gennaio sarebbe un risultato formidabile, ma al di là delle polemiche politiche, ci si chiede il perché di questi intoppi, insomma chiarire lo stato dell’arte non significa nulla se non contribuire alla risoluzione del problema. Crediamo che ogni singolo tifoso e appassionato ha a cuore le sorti dello stadio cittadino, ed ognuno nel proprio piccolo può fare qualcosa.

Domenica a Stornara vi era come spettatore un grande del calcio sipontino, quel Luciano Cataldo che per tre campionato ha contribuito con i suoi gol a portare la beneamata dalla Prima Categoria alla Serie D.

Il giro di boa, fra una settimana, sancirà il campione d’inverno. Noi giocheremo di sabato a San Ferdinando (una delle poche squadre della provincia di Foggia, ad aver militato in Serie C negli anni dopo la II guerra mondiale), come al solito alle 14.30. Il Corato sarà di scena contro un San Severo in caduta libera, mentre il Bisceglie nero stellato (scusate le reminiscenze storiche), se la vedrà contro un Mola non certo irresistibile ma pur sempre rognoso.

Secondo i pronostici  degli esperti, sarà un turno pieno di sorprese, e del resto non ci resta che aspettare e verificare.

12ª, 04/12/2022, REAL SITI-MANFREDONIA 2-2

REAL SITI: Lutzardo, De Vera (34° st. Fanelli), Jammeh, Reddavide, Ndumu, Lorenzo gil, Cannone, Da Silva, Ramos, Bayo (11° st. Barrasso), Ferrandez. All. Lo Polito. 

Manfredonia: Chironi, Conticchio, Montrone, Biason, D’Aiello, Giambuzzi, Bevilacqua, Salvatore, Morra, Quitadamo, Turitto (42° st. Potenza). All. De Candia. 

ARBITRO: Cantoro di Brindisi. Assistenti, Spalierno e Garofalo di Bari

RETI: Nel pt. al 40° Montrone (M). Nel st. al 7 Da Silva (R), al 17° Ramos (R), al 28° Turitto (M).

NOTE: Giornata calda ma umida, terreno sintetico, spettatori 120 ca. di cui una settantina provenienti da Manfredonia. Recuperi, 2’ pt. e 5’ st. Ammoniti, Ramos, Reddavide, Barrasso, Salvatore, Biason. Espulsi, Marchionna e Lo Polito dalle panchine.

OG.GI.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button