ManfredoniaSport Manfredonia

Tribuna stampa del Miramare inibita alla stampa: “È plausibile tutto questo?”

Tribuna stampa del Miramare inibita alla stampa: “È plausibile tutto questo?”


Sembra un paradosso, se si esaminano le precedenti ordinanze emanate dalla Commissaria Straordinaria, ma domani, nella gara tra il Manfredonia Calcio ed il Città di Gallipoli, la tribuna centrale, ove è ubicata anche una postazione dedicata alla stampa, non sarà usufruibile.


Difatti, l’ultima ordinanza ha letteralmente ordinato “la totale inibizione della tribuna coperta”, quella, per intenderci, di via San Giovanni Bosco, nella quale dall’inizio della stagione sportiva e sino all’ultima gara disputata tra le mura domestiche contro la Paganese, la stampa è sempre stata autorizzata a collocarsi nella detta tribuna.


Come giornalista e credo di potermi fare interprete del pensiero dei colleghi, mi chiedo quale sia la motivazione che abbia fatto partorire questa decisione e cosa sia cambiato rispetto alle precedenti ordinanze.

Una decisione che avrei potuto comprendere se motivata e che ha come conseguenza, a mio modesto parere, una sensibile compressione del diritto di cronaca, che i giornalisti avrebbero diritto di poter esercitare.


Per la prima volta in questa stagione sportiva non ci sarà una diretta streaming della partita e questo, naturalmente, come conseguenza della inibizione totale della tribuna.


Tale decisione priverà, conseguentemente, tanti tifosi sipontini sparsi per l’Italia e non solo, oltre a quelli Gallipolini, di poter seguire la partita in diretta.

Vero e che la società ha pensato di trasferita la stampa nella Gradinata Est, lato mare, dove normalmente, ed è un dato notorio per chi si occupa di ordine pubblico, è collocata la tifoseria organizzata ma è altrettanto vero che chi deve vergare articoli, usando computer o effettuare collegamenti o riprese video, in simili condizioni non può agevolmente svolgere il proprio lavoro.

Il calcio è fatto di cronaca, tabellini, racconti, fotografie, confronti tra giornalisti e le tribune stampa sono state realizzate ad hoc, per consentire ai giornalisti di poter svolgere la propria funzione che è pubblica e necessaria, possibilmente in condizioni di tranquillità e comodità.


Non si può pretendere che un giornalista possa scrivere, usando strumenti informatici costosi sotto la pioggia e vento con il rischio di compromettere la funzionalità degli stessi o di essere coinvolti fisicamente in caso di denegati ed improbabili disordini o tafferugli.


Ho sempre avuto grande rispetto per le Istituzioni e sempre ne avrò ma sono anche convinto assertore che tale principio debba essere sempre contraddistinto dal principio reciprocità.

Domani la partita verrà disputata ma paradossalmente ed è un caso di specie eccezionale, non resterà documentata ai posteri perché non potrà essere trasmessa né registrata come sempre accaduto.


È plausibile tutto questo?

Antonio Castriotta

Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati