Politica Italia

Frattarolo: la proposta dei gestori dei lidi #stavoltamattinatella

Promo Manfredi Ricevimenti
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net

Troppo spesso in politica si fanno grandi giri di parole senza arrivare a centrare il nocciolo dei problemi che affliggono cittadini ed imprese. Ed è quello che ho riscontrato proprio pochi giorni fa.

È stata posta alla nostra attenzione la questione degli stabilimenti balneari di Mattinatella, che rischiano di chiudere a causa delle falesie. Mi sono recata sul posto, li ho incontrati e mi hanno raccontato che all’incirca dieci anni fa, fu pubblicato un bando regionale per la messa in sicurezza delle coste pugliesi ma, tra i requisiti, serviva l’alta pericolosità (PG3).
Per prendere un finanziamento di 3.000.000 di euro, il Comune di Mattinata, con l’aiuto del PAI, classificò quella costa come PG3, quindi ad alta pericolosità, nonostante in verità fosse a media intensità (PG2). I finanziamenti arrivarono, ma non fu rispettato il progetto che prevedeva di trasformare la falesia a picco sulle spiagge sottostanti, in terrazzamenti sicuri per evitarne il crollo. Con quei fondi, infatti, fu messa soltanto una rete che limitasse la caduta massi, rete che a tutt’oggi, cambiata negli anni, è ancora presente.

Questo perché la Sovraintendenza ai Beni Culturali non permise alcun lavoro autorizzando, invece, soltanto la rete d’acciaio.
Durante tutto questo lungo periodo non è mai accaduto niente perché gli stessi gestori degli stabilimenti si sono sempre preoccupati di controllare le falesie, non solo per il bene dei bagnanti, ma per lavorare con le loro famiglie, in totale sicurezza!

Da un paio d’anni purtroppo, la loro serenità è stata stravolta dal piano comunale delle coste con l’emissione di un provvedimento di divieto assoluto di concessione demaniale per pericolosità della costa in questione, autorizzando però lo stesso tratto a diventare spiaggia libera con tanto di accesso tramite scalinate in pietra scavate e ricavate all’interno delle falesie stesse (ad alta pericolosità)! Questo perché intanto, il piano comunale delle coste ha previsto il numero di concessioni demaniali pari al 38% delle spiagge di Mattinata perché la normativa regionale dice che il 40% deve essere a concessione, mentre il restante 60%, a spiaggia libera.

Tale percentuale però si perde completamente se consideriamo che, da provvedimento comunale, quel tratto di spiaggia è stato completamente interdetto perché ad alta pericolosità! Allora com’è possibile che diventi spiaggia libera? Se è ritenuto pericoloso in presenza dei lidi che lo mettono in sicurezza, vigilano, tengono le spiagge pulite, controllano la navigazione e tutelano i bagnanti con la presenza dei bagnini, com’è possibile che diventi libera e senza alcuna tutela ambientale e personale garantite invece dai lidi??? Se libera, viene meno il requisito PG3???
NATURALMENTE NO!

LA PROPOSTA CHE I GESTORI DEI LIDI hanno avanzato al Comune di Mattinata e alla Regione Puglia è stata la seguente:
– richiamare il PAI affinché possa esprimersi in merito alla pericolosità delle falesie, invitando i gestori a partecipare ai tavoli come testimoni attivi delle attività geologiche;
– riportare le coste in questione al medio rischio PG2
– togliere ad ogni lido di Mattinata all’incirca 5 metri di concessione demaniale per permettere al comune di rispettare la normativa regionale e di raggiungere la percentuale del 60% di spiagge libere.

Se il provvedimento comunale, invece, non dovesse cambiare, il comune di Mattinata metterebbe a serio rischio i bagnanti, fermerebbe la crescita imprenditoriale del settore della ristorazione stagionale del Gargano e il turismo dovrebbe crescere altrove a grande discapito di famiglie che portano avanti quei lidi da generazioni! Ma io mi auguro di no perché la soluzione va trovata insieme a chi si impegna da anni per tutelare e valorizzare quel tratto di Gargano che ha ospitato in sicurezza un fiume di gente e fatto innamorare i turisti!

#stavoltascalfarotto
#stavoltalosviluppo
#stavoltanoi

https://www.facebook.com/frattarolo.noemi/videos/1020325098425006/?notif_id=1598453404208926&notif_t=page_post_reaction&ref=notif

Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati