Eventi Italia

Sky Tg24 Live in Bari, Emiliano: “Giornalismo fondamentale”

EMILIANO A SKY TG24 LIVE IN BARI: “IL GIORNALISMO FONDAMENTALE PER LA TENUTA DELLA CIVILTÀ UMANA E DELLA COSTITUZIONE ITALIANA”

“Siamo onorati di ospitare, dopo altre importantissime sedi, l’evento Live In. Peraltro il direttore Giuseppe De Bellis è barese e questo per noi è un onore e un grandissimo orgoglio”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, oggi a Bari in occasione dell’evento realizzato da Sky TG24 “Live In”Bari, con il supporto della Regione Puglia della Commissione europea e con il patrocinio del Comune di Bari, il format del canale di news che porta l’informazione nelle piazze e nelle città italiane per creare confronto e dibattito sul territorio. Due giorni di appuntamenti con un pubblico composto da studenti universitari e delle scuole superiori per discutere sul tema “Il racconto del presente – Sfide”, con l’obiettivo di analizzare e comprendere quali possono essere le soluzioni ai grandi problemi che la contemporaneità pone, con un focus su quanto accaduto negli ultimi due anni con la crisi pandemica e quella geopolitica legata alla guerra in Ucraina.

Tanti gli ospiti del Live In, come la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, la vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk, il sindaco di Kiev Vitali Klitschko, l’ex presidente ucraino Petro Poroshenko, l’ex premier ucraina Yulia Timoshenko e il premio Nobel per la pace Lech Walesa. I ministri Lorenzo Guerini, Stefano Patuanelli, Roberto Cingolani, i presidenti di Regione Attilio Fontana e Francesco Acquaroli, il segretario del PD Enrico Letta. E tanti altri protagonisti della scena politica, artistica ed intellettuale italiana e internazionale.

“Questo evento – ha proseguito il presidente Emiliano – ci consente anche di fare presenti le nostre preoccupazioni per il futuro dell’economia pugliese e della pace” e parlando dei giornalisti nei luoghi di guerra ha aggiunto che “Sky in questo momento sta facendo anche un lavoro con i suoi inviati a rischio della vita, perché il giornalismo alle volte viene visto dai cittadini con un po’ di scetticismo. Invece il giornalismo ha delle fasi eroiche fondamentali per la tenuta della civiltà umana e della Costituzione italiana”.

Intervenendo in studio con il direttore De Bellis, il presidente Emiliano ha detto che “In Puglia c’è quasi il 40% delle forze armate italiane dislocate tra aria, terra e mare, quindi siamo vicinissimi al teatro della battaglia e siamo peraltro la città di San Nicola. Assieme a tre Papi, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco, avevamo intuito che il lato debole dell’Europa era la relazione con la federazione Russa. C’era stato tanto lavoro – ha ricordato Emiliano – a partire dal vertice italo-russo qui da Bari nel 2007 col Governo Prodi, e altre cose avvenute in seguito. Quindi l’azzeramento del dialogo con la Federazione russa e la trasformazione del popolo russo è stato un colpo durissimo, ma siamo abituati a resistere e a combattere per la pace, perché questa è anche la terra di don Tonino Bello che definiva la Puglia ‘arca di pace'”. “Non molliamo da questo obiettivo che è quello di recuperare la pace – ha aggiunto – con grande vicinanza al popolo ucraino. Da quando è scoppiata la guerra sono arrivati migliaia di ucraini e più di mille sono bambini, che sono la nostra principale speranza e la nostra principale preoccupazione”.

Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Centro Commerciale Gargano

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati