Attualità

Si estende l’irrigazione del Gargano

Strumenti e strategie per contrastare i cambiamenti climatici è stato il tema dell’incontro con gli operatori dell’informazione promosso ed organizzato dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano e dal Comune di Carpino, dedicato alla presentazione del terzo lotto del distretto irriguo di Carpino.

Il nuovo lotto per l’irrigazione nell’agro di Carpino, si è detto,persegue l’obiettivo di una razionalizzazione delle reti irrigue private esistenti e di un’ottimale utilizzazione delle risorse idriche presenti nel sottosuolo, al fine di soddisfare i fabbisogni legati all’attività agricola.

Con tale opera, infatti, si intende sia regolarizzare e tenere sotto controllo i prelievi dalla falda – evitando o limitando il prelievo non coordinato direttamente da pozzi privati, sia determinare una migliore e più razionale distribuzione della risorsa idrica.

E ciò con indubbi vantaggi sulle caratteristiche qualitative delle produzioni agricole e per la regolamentazione degli attingimenti effettuati dai privati, mediante il controllo dei turni irrigui e l’utilizzo del sistema di distribuzione automatizzato con 125 punti di consegna (idranti), posti in punti funzionali per favorirne l’utilizzo da parte delle aziende agricole.

Il nuovo lotto assicurerà l’irrigazione ad una superficie olivetata di circa 400 ettari che portano a complessivi 1.300 gli ettari irrigati nel Gargano attraverso la rete consortile (Carpino, Ischitella, Rodi Garganico, Vico del Gargano Vieste).

 Nel corso del suo intervento, il Presidente del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Eligio Giovan Battista Terrenzio ha ricordato che “il nuovo lotto rientra nel più ampio progetto per la realizzazione degli impianti di irrigazione nelle piane di Varano del comprensorio di bonifica, mediante l’utilizzazione delle risorse idriche sotterranee già disponibili, con l’attrezzamento dei pozzi trivellati e con le connesse opere di sistemazione idraulica dei terreni immissari del lago di Varano. Sono ora in attesa di finanziamento anche il quarto ed il quinto lotto che prevedono l’attrezzamento di superfici pari rispettivamente a 300 e 250 ettari circa”.

Dal canto suo il Sindaco di Carpino, Rocco Di Brina, nell’esprimere apprezzamento per la proficua collaborazione istituzionale con il Consorzio, ha ricordato che “la funzionale e razionale distribuzione dell’acqua ad uso irriguo non potrà che rappresentare un elemento prezioso per la tutela della risorsa idrica e nel contempo per lo sviluppo del territorio garganico.L’iniziativa odierna, inoltre, testimonia ulteriormente la volontà degli Enti promotori di guardare avanti e di contribuire in modo concreto alla ripresa delle attività del mondo produttivo”.

Comunicato Stampa

Il presente comunicato è stato redatto dall'ufficio stampa del soggetto dell'articolo. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button
Close