AttualitàMusica

“Resto a casa (e viceversa)” la canzone del collettivo cantanti di Manfredonia e POP Officine Popolari

Per superare questa fase della quarantena Pop_OfficinePopolari ha ideato un progetto musicale che fa ricorso alla creatività ed all’estro degli artisti della città.

Un adattamento del successo sanremese di Francesco Gabbani “Viceversa” che, in questa versione, diventa “Resto a Casa (e Viceversa)”: un appello a superare con tutte le nostre forze il “confino” obbligato tra le mura domestiche.

Alla call a partecipare hanno risposto immediatamente tanti cantanti e musicisti manfredoniani: si è formata una squadra, un collettivo di artisti, guidati da Alessandro di Lascia, cantante e voce dei Franklin, che si è occupato dell’editing e della produzione audio. Con lui le voci di Amon, Angie Dea, Anna Miucci, Cristina Bisceglia, Fabio La Forgia, Gianfilippo di Bari degli Acusticazzi, Giovanni Feltri, Jack Folla, Jole Virgilio, Luigia Ilenia Ciociola, Michele Bottalico, Monica e Simona Paciello, con le note sonore di Alessio Trotta e Matteo Grieco. 

Claudio Antonio Perrino ha curato il montaggio e la post-produzione del video.

Il link della Canzone:

https://www.facebook.com/popofficinepopolari/videos/553458325274654/ 

L’invito a restare in casa si accompagna alla spinta alla raccolta “Manfredonia Anti-Covid19”, che prosegue sui due canali ufficiali della piattaforma di crowfdundingGoFundMe, dove è possibile donare con carta di credito (all’indirizzo www.gofundme.com/f/Manfredonia-anticovid), e con la modalità del bonifico bancario (BENEFICIARIO:Pop Officine Popolari Aps; IBAN: IT 03 L 05034 78450 00000001 4820; CAUSALE: Raccolta Manfredonia Anti-Covid19 per il suo Ospedale).

Forza ragazze e ragazzi, troviamo in noi i migliori pensieri per farci compagnia nella primavera delle nostre stanze. Il futuro ci aspetta: è lì che vivremo domani.

Redazione

ilSipontino.net dal 2005 prova a raccontare con passione ciò che accade sul Gargano ed in Capitanata. Per segnalare variazioni, rettifiche, precisazioni o comunicazioni in merito al presente articolo è possibile inviare email a redazione@ilsipontino.net

Articoli correlati

Back to top button
Close