Storia

Quando i calciatori del Manfredonia andavano in ritiro a Siponto (’67- ’68)

Casa di Cura San Michele
Centro Commerciale Gargano
Promo UnipolSai ilSipontino.net
Gelsomino Ceramiche
Promo Manfredi Ricevimenti

MANFREDONIA calcio, stagione ’67 – ’68, promozione in IV serie, come si diceva in quegli anni, oggi chiamata serie D. 

Nella foto l’Arcivescovo Andrea Cesarano, nella Curia Vescovile per la benedizione del prestigioso risultato.

Noi bambini del Villaggio Sant’Andrea si andava, ricordo bene come se fosse oggi, a piedi a Siponto il sabato di primo pomeriggio dall’autunno fino alla primavera inoltrata, tempo permettendo. Sapevamo che la squadra del Manfredonia Calcio si recava in quel luogo per il ritiro settimanale; questo per l’aria pulita e salutare che si respirava nell’area; i giocatori camminavano respirando sereni, rilassati in compagnia dei tecnici e dirigenti, riposandosi prima della gara domenicale. 

Della formazione facevano parte alcuni calciatori manfredoniani: il grande talento Marjio u nerjie Guerra, che dopo un trasferimento in Sicilia rimase lì per motivi di famiglia (ancora adesso vive in Sicilia) Saverio Castriotta e Sasà Cisternino. Il pomeriggio lo si passava all’insegna delle domande che facevamo ai giocatori compreso richieste di autografi. 

Il valore di quel tempo era esemplare, le cose che ci circondavano erano di dignità e di rispetto, mi viene in mente ancora il folto boschetto della pineta di Siponto, accompagnata da quell’odore pulito del mare. Poi i calciatori andavano via e noi ritornavamo a casa in un clima di un sogno nuovo.

Di Claudio Castriotta 

Promo UnipolSai ilSipontino.net
Promo Manfredi Ricevimenti
Gelsomino Ceramiche
Centro Commerciale Gargano
Casa di Cura San Michele

Claudio Castriotta

Poeta, scrittore e cantautore - già collaboratore con riviste di Raffaele Nigro e del docente universitario Daniele Giancane. Il miglior piazzamento ad un premio letterario è avvenuto a Firenze con un libro dedicato ai più emarginati di Manfredonia: secondo posto alle spalle del grande scrittore cattolico Vittorio Messori. Il suo primo maestro è stato Vincenzo Di Lascia, il vincitore al premio Repaci di Viareggio del 1983. Come musicista si è esibito con il cantautore Marco Giacomozzi, vincitore al Premio Tenco, nelle zone della Liguria, esattamente in prov. di Savona ad Albissola Marina . Poi in seguito dopo varie esibizioni in Toscana con altri autori, interrompe i tour per motivi di salute.

Articoli correlati